La Gacilly: il romantico villaggio in Bretagna di Yves Rocher

DatA

La Gacilly: il romantico villaggio in Bretagna di Yves Rocher

di Francesca Spanò | @francynefertiti

L’intuizione senza un pizzico di cuore, resta solo una nota creativa nell’esistenza di una persona. E difficilmente gli permette di andare lontano ed essere amata e ricordata nel tempo. [b]Yves Rocher[/b], fondatore del primo marchio di prodotti naturali, era un uomo speciale e sin da bambino si era distinto nell’azienda di famiglia, che si occupava di tessuti e produzione di cappelli. La residenza dove lui nacque, esiste ancora oggi, nel grazioso villaggio bretone di [b]La Gacilly[/b], ma non è visitabile perché resta di proprietà privata della famiglia. Si trova in [i]Rue Saint Vincent numero 2[/i] e il prospetto è ancora come un tempo, perché lui stesso diventato poi il sindaco locale, ha fatto in modo che moderni restauri non ne falsassero l’aspetto.

[b]LA STORIA[/b]

La Guerra Mondiale mise a dura prova gli affari di famiglia, ma il giovane Ives promise che avrebbe fatto di tutto per restare in loco e a soli 15 anni creò un altro negozio poco distante, ma fu una scoperta che probabilmente gli cambiò la vita. Aveva una conoscente che produceva una crema per emorroidi e ferite che mai gli rivelò la composizione del suo prodotto. Tuttavia, dopo mesi di studio riuscì a ricrearla e a metterla per la prima volta sul mercato. Il noto brand cominciava, dunque, a farsi strada.

Da [b]La Gacilly[/b], dunque, iniziò il suo progetto di cosmesi vegetale, dopo che la vendita della crema curativa sulla rubrica di un giornale locale aveva conquistato moltissime persone. Dal 1959, quando fu realizzato il primo prodotto nel solaio di casa ad oggi i numeri sono impressionanti con oltre 1660 punti vendita e prodotti sempre nuovi che utilizzano piante medicinali che lui, grazie al padre, conosceva bene. Con 44 ettari di coltivazioni biologiche, oltre 10mila posti di lavoro e proprio nel villaggio un ristorante e un albergo con trattamenti all’avanguardia (l’Eco hotel spa La Grées des Landes, assolutamente ecosostenibile), resta un marchio di punta ben oltre i confini francesi. Importante è tra l’altro sapere che nel 1989, fu la prima azienda del settore a non testare più i prodotti sugli animali.

[b]IL FESTIVAL[/b]

Attualmente in tale angolo di Francia è in corso il [b]Festival La Gacilly Photo 2015[/b], che quest’anno punta molto anche sui professionisti italiani in occasione dell’Expo 2015 a Milano. Sempre dal brand è stato promosso ed è visitabile fino al 30 settembre. Immagini mozzafiato circondano il piccolo insediamento e, anche questa volta i numeri del [b]Photo Peuples et Nature [/b]saranno di certo notevoli. Si tratta della più grande kermesse di immagini all’aria aperta che solo nel 2009 ha portato un numero di pubblico pari a 220mila persone.

[b]L’ECO HOTEL DI IVES ROCHER[/b]

All’Eco Hotel spa La Grées des Landes, ogni attimo è scandito dal relax e dai ritmi della natura. All’interno il rispetto per l’ambiente è fondamentale a cominciare dai bagni dove si trovano solo dispenser ricaricabili. Niente frigo minibar e un giardino con 52 specie di fiori selvatici, 60 varietà di alberi e arbusti, 40 tipi di uccelli e 19 specie di farfalle. Annesso si trova il ristorante Les Jardins Sauvages con prodotti genuini e di stagione, senza dimenticare la possibilità di dedicarsi alla cura totale del proprio corpo.

Per maggiori informazioni sulla Bretagna:

COMITE’ REGIONAL DU TOURISME [url”BRETAGNE”]http://www.bretagna-vacanze.com/[/url]

[url”ATOUT FRANCE”]http://it.rendezvousenfrance.com/[/url]

Per giungere da queste parti, si può sfruttare il volo low cost per Rennes di [url”Vueling”]http://www.vueling.com/it[/url]:

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati