Il significato e i segreti dei gioielli Masai

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Colori e sfumature che catturano immediatamente lo sguardo, ma anche forme bizzarre e, in qualche caso, persino ingombranti. I gioielli Masai, sono famosi in tutto il modo per la loro bellezza, per il perfetto gioco cromatico e per i significati nascosti dietro a ogni monile.

La storia e i simboli di bijoux unici

I Masai, con le loro tribù, vivono nella zona Centro-Est dell’Africa e l’intreccio di perline colorate in ordinata sequenza è una delle loro specialità. Una fonte di guadagno anche verso l’esterno, visto che nessun turista torna a casa dalle loro terre, senza acquistare qualcuna di queste originali opere d’arte. Le donne trascorrono almeno qualche ora ogni giorno a intrecciare i gioielli tribali, ma anche gli uomini amano indossarli. Non vengono mai scelti, però, in modo casuale perché il colore e il tipo indicano sempre l’età e lo status sociale.

A ogni colore un significato

Nello specifico, dunque, il rosso simboleggia la cultura Masai e, in particolare, la forza, la stessa che spaventerebbe i leoni anche a grandi distanze. Indica, quindi, anche forza e coraggio. Il blu, invece, è il colore del cielo che fornisce l’acqua che disseta e regala la vita. Il bianco, ancora, è come il latte fonte di energia, mentre l’arancio è legato all’ospitalità del popolo. Per finire, il verde è cibo e nutrimento e il giallo rappresenta il sole che sostiene la vita.

Come e perché vengono realizzati

Si ottengono da perline e filo di ferro e gli uomini indossano collane, polsiere e cavigliere, mentre le donne braccialetti e collari piatti che indicano il clan di appartenenza. In particolare, le ragazze usano un disco piatto intorno al collo che le rende più sensuali e le aiuta a trovare marito. Dopo, per il matrimonio, passano a un modello più elaborato e da sposate, arriva il Nborro, lunga collana con perline blu.
© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

 

POTREBBE INTERESSARTI