Giappone in crociera. Alla scoperta dei colori del Sol Levante

DatA

Giappone in crociera. Alla scoperta dei colori del Sol Levante

di Daniela Bozzani

“Una fila di zanzare in volo forma un fluttuante ponte di sogni.” Haiku di Takarai Kikaku 1661-1707
In quale altro Paese si potrebbe pensare di dedicare dei versi alle zanzare? Il Giappone lo fa, o per lo meno lo facevano i suoi poeti nel 1700. Oggi, i tratti decisi dei Manga raccontano i caratteri di una società di grandi contraddizioni e grandissimo interesse. Moderni e scintillanti grattacieli contendono lo spazio a magnifici giardini tradizionali.

I colori in Giappone

Il Wabi Sabi, la particolare visione estetica che si fonda sulla accettazione delle imperfezioni e della caducità delle cose, si riflette in qualche modo sulle stagioni, i cui colori imprimono però emozioni permanenti. Il tempo del Sakura (la fioritura dei ciliegi), è una passeggiata nella delicatezza dei rosa e dei bianchi, alla ricerca del ciliegio che sarà perfetto solo in quel particolare momento. Il foliage d’autunno (il Momijigari), ha colorazioni più intense. Le foglie di aceri centenari si stagliano vivide sull’intenso blu del cielo, fino a quando “lacrime di venerazione tingono le foglie rosse che cadono” (Matsuo Basho 1644-1694). I rossi e gli ori di templi, patrimonio dell’Umanità, interrompono le atmosfere ovattate dell’inverno, “quando il freddo affilerà i suoi aghi contro le follie di luna e fiori” (sempre Basho). E se pensavate che l’estate non fosse il periodo migliore per un viaggio nel Paese degli Haiku e della tecnologia, ci sono i bianchi accecanti di spiagge solitarie e gli azzurri incredibili di mari cristallini dove Ozaki Hosai (1885-1926) “getterà il cuore che ha qualche desiderio”.

Il fiore del Giappone, il Kansai

La regione del Kansai, vanta un ricco patrimonio culturale e una serie di importanti Siti Patrimonio Mondiale dell’Unesco tra cui i templi e i giardini di Kyoto, i monumenti storici dell’antica capitale Nara e i siti sacri sulle vie di pellegrinaggio dei Monti Kii. Restaurato recentemente, il Castello di Himeji-jo, uno dei più belli del Giappone, è anche chiamato il Castello dell’Airone Bianco per la sua somiglianza con un uccello che spicca il volo. Non meno affascinante l’edificio in legno più antico del mondo, il tempio di Horyuji fondato nel 607 dal principe Shotoku. I panorami mozzafiato e l’impressione continua di stare all’interno di un vecchio dipinto di Hokusai fanno del Giappone una delle mete più ambite anche dagli italiani. Con le Olimpiadi dell’estate 2020, sono attesi 30 milioni di turisti.

Scoprire il Giappone in crociera

Girare tra le isole del Giappone con una nave da crociera può essere l’occasione per visitare anche i luoghi più remoti fino alla città russa di Korsakow a nord o al porto di Kagoshima all’estremo sud o ancora al porto di Busan della Corea del Sud. Luoghi che difficilmente si visiterebbero in un normale tour del Giappone.

INFO

Jnto Ente Nazionale del Turismo Giapponese
Crociere in Giappone

©TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Articoli
Correlati

SEI PRONTO AD ANDARE OLTRE?

Abbonati a TravelglobeOLTRE e accedi ai nostri contenuti speciali: contest fotografici, monografie, interviste e approfondimenti.