Abu Dhabi: 5 motivi per scegliere il più grande degli Emirati

di Federica Giuliani | @traveltotaste

Il sole perenne, le dune di sabbia e le spiagge bianche fanno di Abu Dhabi una meta ideale da scegliere in ogni periodo dell’anno per trascorrere qualche giorno di vacanza. Quando si pensa agli Emirati Arabi è il lusso che viene subito alla mente: hotel scintillanti, grandi firme della ristorazione e brand internazionali per uno shopping di alto livello. Ma Abu Dhabi, capitale degli Emirati, offre un’esperienza che va ben oltre questi stereotipi.

Una leggenda racconta che Abu Dhabi, che in arabo significa Terra della Gazzella, ebbe origine quando una una tribù assetata, guidata da una giovane antilope, giunse a una fonte d’acqua dolce situata su un’isola con poche decine di capanne e la fortezza del governante. Un semplice insediamento che si trasformò nella città dallo skyline moderno che conosciamo oggi. Grazie alle sue origini antiche e al ruolo fondamentale svolto nella storia del Golfo Persico fin dal XVIII secolo, ad Abu Dhabi non mancano tracce del suo passato. Ecco, quindi, 5 motivi per scegliere l’emirato più grande per una vacanza insolita.

Abu Dhabi è la città più sicura al mondo

Abu Dhabi è stata nominata da Numbeo, per il secondo anno consecutivo, la città più sicura al mondo. Sorpassando città come Tokyo, Basilea, Monaco e Vienna, la capitale degli Emirati Arabi Uniti ha un indice di sicurezza che sale da 86,46 punti nel primo semestre del 2017 a 88,26 punti durante i primi sei mesi del 2018. L’indice ha classificato 338 città a livello globale e mostra una stima dei livelli di sicurezza generali in ogni città o nazione.

Vedere Louvre, attendendo il Guggenheim

Un capolavoro architettonico progettato da Jean Nouvel situato sull’isola di Saadiyat. La collezione del museo racconta la storia dell’umanità ed esplora una narrativa universale attraverso opere d’arte e reperti provenienti da tutto il mondo. L’architetto ha progettato il Louvre Abu Dhabi come una medina, che combina l’ispirazione tradizionale araba con il design contemporaneo e l’ingegneria energetica all’avanguardia. I visitatori possono camminare lungo le promenade che si affacciano sul mare sotto la iconica cupola, composta da 7.850 singole stelle metalliche in un complesso disegno geometrico. Quando la luce del sole filtra attraverso, crea una pioggia di luce in movimento, che ricorda le foglie degli alberi di palma che si sovrappongono nelle oasi nel deserto arabico.

Presto, anche se non si sa ancora quando, sulla medesima isola verrà aperto anche un Guggenheim, che non sarà di certo meno scenografico del vicino Louvre.

Al Ain

A 90 minuti di auto da Abu Dhabi City, Al Ain è uno degli insediamenti abitati più antichi del mondo e patrimonio mondiale dell’UNESCO. È stato anche il luogo di nascita del padre fondatore della nazione, lo Sheikh Zayed Bin Sultan Al Nahyan. Il Forte Al Jahili, uno degli edifici più storici degli Emirati Arabi Uniti, fu eretto nel 1891 per difendere Al Ain e proteggere i suoi preziosi palmeti. Oggi il forte ospita un’esposizione permanente del lavoro dell’avventuriero britannico Sir Wilfred Thesiger e dei suoi attraversamenti del Rub Al Khali negli anni Quaranta e Cinquanta. Da non dimenticare la splendida Oasi di Al Ain, che racconta la storia degli abitanti della zona che 4mila anni fa iniziarono a vivere nel deserto. Dichiarata Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 2011, l’oasi è stata aperta al pubblico in seguito alla costruzione di un centro educativo e di un ampio sistema di percorsi che si estende all’ombra di 147 mila palme da dattero e altre 100 varietà diverse di specie vegetali.

Le spiagge

Le acque limpide e le spiagge bianche offrono l’opportunità per concedersi un po’ di relax. La Nation Riviera Beach Club è adiacente al St. Regis Abu Dhabi ed è aperto agli ospiti dell’hotel e agli ospiti giornalieri. Il tratto di spiaggia privata offre anche cabine e lettini, una piscina con un pool bar e il club per bambini Treasure Island “Pirate Ship”, oltre a una serie di attività in spiaggia e in acqua. La Al Bateen Beach offre acque cristalline ed è popolare tra gli abitanti degli Emirati Arabi Uniti per la pesca, il nuoto e i picnic sul lungomare. I servizi includono docce, spogliatoi e un parco giochi per bambini. La spiaggia ospita anche beach volley, kayak e molto altro. La Saadiyat Public Beach offre una vasta gamma di servizi tra cui lettini, armadietti, spogliatoi e ombrelloni, oltre al servizio spiaggia garantito tutto il giorno. La spiaggia ha un sistema di dune protection zone che protegge la vegetazione e l’attività di nidificazione delle tartarughe, che qui depongono le uova ogni anno.

Stopover gratuito con Etihad Airways

Etihad Airways, la compagnia aerea di bandiera degli Emirati Arabi Uniti, ha esteso la sua campagna di scalo gratuito ad Abu Dhabi fino alla fine dell’anno. Etihad offre due notti gratuite in hotel ad Abu Dhabi a tutti coloro che prenotano voli da e per tutte le destinazioni Etihad via Abu Dhabi. Gli ospiti possono scegliere tra una vasta gamma di hotel situati in tutta la città tra cui il Jumeirah a cinque stelle di Etihad Towers, l’Intercontinental Abu Dhabi e il Dusit Thani Abu Dhabi, così come il Pearl Rotana, il Courtyard by Marriott WTC, il Crowne Plaza e il Radisson Blu. La promozione è disponibile per prenotazioni online su etihad.com o tramite agenzia di viaggio effettuate entro il 1 dicembre per viaggi fino al 31 dicembre 2019.

Info:  www.visitabudhabi.ae

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

 

POTREBBE INTERESSARTI