Segreti d’Islanda: la piscina termale ai piedi del vulcano

DatA

Segreti d’Islanda: la piscina termale ai piedi del vulcano

di Federica Giuliani | @traveltotaste

Nel sud dell'[b]Islanda[/b], ai piedi del vulcano Eyjafjallajökull, la cui ultima eruzione risale al 2010, si trova una [b]piscina termale[/b] praticamente sconosciuta.
Fu costruita nel 1923 per dar modo agli islandesi di imparare a nuotare visto che la maggior parte della popolazione, pur vivendo sulla costa, non sapeva farlo. Da allora, raccoglie le acque bollenti provenienti dal sottosuolo, particolarmente benefiche per la pelle.

Occupa 25 metri di lunghezza, 10 metri di larghezza ed possibile cambiarsi negli spogliatoi adiacenti che però non includono docce.
Dopo la violenta eruzione del 2010 la piscina è rimasta a lungo inagibile a causa daei grandi depositi di genere, ma dopo lunghi lavori di pulizia è stata riaperta e messa in sicurezza.

[url”La piscina non è custodita e l’ingresso è libero”]http://travelglobe.it/Detail_News_Display?ID=73768&typeb=0&terme-gratis-in-Italia-Il-benessere-che-fa-bene-al-portafoglio[/url], mentre a tenerla libera dal ghiaccio invernale pensa un gruppo di volontari.

[b]COME RAGGIUNGERE LA PISCINA TERMALE[/b]

Percorrere la Ring Road n.1 verso sud fino a incontrare, poco prima di Skogar, la strada 242. Imboccarla e seguirla fino al bivio Seljavellir, proseguire per Seljavellir fino al parcheggio, dove si trovano indicazioni per il sentiero che conduce alla piscina. La passeggiata richiede circa venti minuti e, anche se non risulta molto impegnativa, è buona norma informarsi sulle condizioni del sentiero, vista la particolare instabilità dell’isola.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati