Come organizzare un viaggio a Cuba, cosa mettere in valigia e non solo: consigli e dritte utili

DatA

Come organizzare un viaggio a Cuba, cosa mettere in valigia e non solo: consigli e dritte utili

image_pdfimage_print

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Le spiagge candide e i colori di Cuba, così come le bizzarre auto e la sua architettura coloniale sono tra i motivi principali che ogni anno rendono questa, una delle mete più amate al mondo. Un viaggio ai Caraibi, del resto, è un sogno comune ma prima di partire, occorre pianificare il soggiorno nei minimi particolari, con un po’ di anticipo.

Quando partire: periodo migliore e temperature

Questo splendido tratto di globo gode di un clima caldo-umido, che resta costante per quasi tutto l’anno.  Da novembre ad aprile, in genere, siamo di fronte alla stagione secca, con temperature che non superano i 25°C. Non è raro, però, in questo momento che arrivino delle correnti fredde  provenienti da nord, in grado di fare abbassare la colonnina di mercurio. I mesi più caldi, invece, sono quelli compresi tra maggio e ottobre, con un alto tasso di umidità soprattutto a L’Avana e Santiago de Cuba, con diverse variazioni a seconda delle regioni. Questo, però, è anche il periodo delle piogge con il rischio di acquazzoni giornalieri e inondazioni. In linea generale, il pienone di turisti comprende i mesi invernali, non solo per gli eventi e i festival che sono comunque spalmati su buona parte dei dodici mesi, ma per cercare il giusto compromesso tra sole e freschetto, rischiando ovviamente di trovare gli hotel tutti pieni.

Come vestirsi e requisiti per l’ingresso

Un viaggio a Cuba non richiede abiti pesanti né troppo eleganti, avendo caratteristiche tropicali e permettendo una serie di attività informali come la vita da spiaggia. Meglio optare, dunque, per capi comodi, leggeri, possibilmente di cotone e qualche pantaloncino. La sera, invece, potrebbe essere indicato un dress code più curato senza esagerare, specie se si scelgono ristoranti di lusso. Gli abiti troppo attillati possono risultare fastidiosi per via del caldo e mai dimenticate una giacca, visto che quasi ovunque l’aria condizionata è presente. A parte l’immancabile abbigliamento da spiaggia, per chi parte nel momento delle piogge una mantella impermeabile è fondamentale. Per entrare a Cuba, bisogna essere in possesso di un passaporto valido nei tre mesi successivi all’arrivo, mentre il biglietto acquistato nelle agenzie quasi sempre comprende il relativo visto. Chi viaggia singolarmente, invece, deve recarsi presso gli uffici consolari cubani in Italia, per ottenerlo. Viene concesso per un periodo di un mese, ma pagando una tassa statale si può prolungare per altri trenta giorni.

Il consiglio e qualche dritta

In valigia è sempre il caso di mettere un repellente per gli insetti, soprattutto nella regione costiera e nella stagione umida e delle scarpe da trekking e/o da ginnastica per qualche escursione eventuale nei sentieri di montagna. Gli occhiali da sole sono praticamente obbligatori, visto che i raggi solari ai tropici sono piuttosto forti. Se avete bisogno di farmaci specifici, che comunque è sempre il caso di portare da casa, potete provare a reperirli nelle farmacia locali ma è bene sapere che sono presenti in quantità minime. Lo stesso vale per accessori importanti come le lenti e per l’attrezzatura fotografica. Bisogna avere tutto con sé prima della partenza. Altra cosa da non dimenticare assolutamente, è l’assicurazione di viaggio che va stipulata prima della partenza. Quindi, dopo aver prenotato per Cuba pensate anche a:

  • farmacia di viaggio
  • repellente per insetti
  • scarpe da ginnastica
  • attrezzatura fotografica
  • costumi da bagno
  • assicurazione di viaggio

Come spostarsi

Gli aeroporti principali sono collegati alla città da un servizio taxi, che, in generale, nel Paese funziona molto bene. Tra una città e l’altra, comunque, ci si può spostare pure in treno o in autobus, anche se questi mezzi sono spesso troppo affollati. Meglio a questo punto provare con un pullman o con l’autonoleggio. In questo caso basta aver compiuto 21 anni, essere in possesso della patente di guida e versare un deposito cauzionale.

Info utili

A Cuba il livello di criminalità non è alto, anche se i reati minori sono all’ordine del giorno. Attenzione soprattutto ai luoghi affollati e nel momento della contrattazione. In albergo è fondamentale mettere sempre i gioielli nella cassaforte di servizio e non portare mai grosse somme di denaro con sé.

Hotel e ristoranti

Gli alberghi sono molto diversi per tipologia e tipo, per cui non è difficile trovare quello adatto alle proprie esigenze. Nei periodi di festa, ovviamente, è meglio prenotare con largo anticipo. Per quanto riguarda, invece, i ristoranti, nella maggioranza dei casi sono gestiti dallo Stato e servono specialità della cucina criolla.

Cosa vedere

Un tour non può non cominciare da L’Avana con le sue magiche architetture. Patrimonio Unesco dal 1982, comprende diversi edifici storici risalenti al dominio spagnolo e la sua parte antica sembra quasi un museo a cielo aperto. Da non tralasciare, poi, la passeggiata più famosa del mondo che è quella del Malecon, magari provando un mitico sigaro. Tra architetture coloniali e il colore arancio del tramonto, le suggestioni più belle si colgono a Trinidad, con le sue casette colorate e le strade di ciottoli. Santiago De Cuba, è stata fondata nel 1515 e tra le strade si nota musica, allegria e una atmosfera fuori dal tempo. E poi ci sono Matanzas con il suo panorama verde e grotte straordinarie dove fare il bagno tra acque sotterranee e Camaguei, con un centro storico composto da tanti quadrati di diverse dimensioni. Le spiagge, infine, sono perfette e tra queste valgono una visita Playa de l’Este, appena fuori dalla capitale, Varadero con la seconda barriera corallina più importante del mondo, Playa Rancho Luna, non lontana da Cienfuegos, Playa Maguana a Baracoa, la spiaggia Maria La Gorda, Playa Las Coronadas e i cayos,  piccole isolette dove la natura è in totale trionfo.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati