Zagabria: il museo delle relazioni finite

o-museum-of-broken-relationships-facebook

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Da una storia d’amore finita, un progetto bizzarro. Il museo delle relazioni finite è una delle attrazioni più surreali di tutta la Zagabria ed è nato nel 2006. A dare vita all’installazione permanente ma in continua evoluzione, sono stati i croati Olinka Vištica e Dražen Grubišić, che avevano appena terminato il loro legame amoroso. Piuttosto che buttare via tutto ciò che si erano regalati, hanno deciso di raccogliere i cimeli ed organizzare una esposizione itinerante. La stessa che ha toccato Berlino, San Francisco, Singapore, Cape Town e Istanbul. Nel frattempo decine di persone hanno deciso di regalare i loro oggetti e contribuire alla nascita di questa iniziativa.

La collezione permanente

Oggi si può visitare sempre, il Museum of Broken Relationships, dentro un elegante edificio di Zagabria e ospita almeno mille oggetti che ricordano un amore ormai finito. Accanto ad ogni elemento esposto c’è una targhetta a spiegarne storia e provenienza. All’interno si trova di tutto: dagli indumenti intimi, alle foto di nozze, ai sex toys. Non manca un’ascia, di un uomo geloso che voleva usarla per vendicarsi contro la moglie fedifraga. Per non perdersi questa alternativa, il biglietto d’ingresso costa 30 kuna, cioè 4 euro.

Quel che si nota subito è che alle persone è piaciuta l’idea di poter dar voce al proprio dolore, donando ciò che aveva alimentato i propri sogni durante una relazione. Se per qualcuno è una forma di esibizionismo, per altri, invece, è un modo per superare quello che è in tutto e per tutto un lutto.

I vari cimeli, sono suddivisi in sale tematiche, si va dall’erotismo, alla tenerezza e il museo riceve, in media, quattro donazioni a settimana. Segno, questo, che al giorno d’oggi è sempre più difficile far durare una storia d’amore. Ognuno può essere spedito spedite compilando il form online.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *