Un’estate isolata: dove andare in Italia per una vacanza rilassante lontano dalla folla

Foto di Leonie Fahjen da Pexels

di Redazione | @travelglobemag

Le statistiche dicono che, quest’anno, circa 24 milioni di italiani rinunceranno alle vacanze per paura del Covid-19. Ma chi ha già deciso di partire, probabilmente sta pensando a destinazioni tranquille e lontane dalla folla, per godersi il riposo in tutta sicurezza. Hotel e ristoratori nostrani si auspicano che si resti tutti in Italia per aiutare un’economia messa in ginocchio dalla pandemia, ma saranno in grado di mantenere i costi adeguati a una situazione critica, dimostrando di avere una visione più ampia e attenta a segmenti di settore che potrebbero restare in Italia anche in futuro? Le premesse, per ora, non sono confortanti ma nell’attesa che il panorama cambi, ecco dove andare in Italia per ritrovare la pace, lontano dal caos.

In montagna

Anche se siete tra coloro che preferiscono la montagna in inverno, quest’anno potrete ricredervi. In nessun altro posto è più facile trovare un po’ di solitudine, facendosi abbracciare dalla natura.

Alta Val di Non

Foreste di abeti rossi, laghi alpini, erbe spontanee, vette da cui ammirare il panorama. È un luogo di contemplazione l’Hotel Zum Hirschen di Senale – San Felice (BZ), la cui antica storia medievale narra di un ostello di pellegrinaggio immerso nello spirito del paesaggio naturale del Monte Luco. La sua slow-sofia lo rende perfetto come luogo di rigenerazione, un’oasi in cui ritrovare la semplicità della vita, lontani dalle folle, dedicandosi ad escursioni, tour in mountain bike, degustazioni di piatti tradizionali preparati con prodotti locali, come il tarassaco e il radicchio, e biologici, secondo i principi di benessere di Hildegard von Bingen e del parroco erborista Weidinger. Un posto dell’anima.

Valtellina

Situate all’interno di una riserva naturale protetta, istituita nel 1984, le Piramidi di Postalesio, che assomigliano molto ai camini delle fate in Cappadocia, sono frutto dell’azione azione erosiva esercitata dall’acqua piovana che, cadendo, erode e sgretola il terreno costituto da detriti, lasciando integri soltanto i massi compatti. Si assiste così alla “nascita” di queste colonne sormontate da massi di diverse dimensioni. Un processo attivo ancora oggi: accanto a quelle esistenti, infatti, si possono scorgere alcune formazioni allo stadio iniziale. Il fenomeno che ha dato e continua a dare origine alle “piramidi” è di grande interesse, sia naturalistico che paesaggistico, in quanto si manifesta solo in concomitanza e in combinazione di una serie di fattori geologici, ambientali e climatici particolari.

La Riserva Naturale della Val di Mello risulta essere l’area protetta più vasta della Lombardia e un luogo da non perdere in Valtellina.
È caratterizzata da un fondovalle pressoché pianeggiante che la rende quindi adatta anche a famiglie con bambini, poco dopo l’ingresso alla riserva si raggiunge lo splendido laghetto Qualido, caratterizzato da acque cristalline. Con le sue alte pareti granitiche e i massi erratici si è guadagnata l’appellativo di “Piccola Yosemite” per le somiglianze storiche e naturalistiche con il noto parco californiano: un must per gli appassionati di arrampicata.

Tra borghi e alberghi diffusi

Dove andare in Italia per trovare spazi all’aria aperta e mete insolite? L’albergo diffuso Borgotufi di Castel del Giudice (IS), paesino del Molise al confine con l’Abruzzo, si distingue per le sue pratiche sostenibili di rigenerazione del territorio. Casette in pietra e legno, tutte indipendenti e recuperate da strutture esistenti abbandonate, alcune con soggiorni e cucine attrezzate, altre con camini e soppalchi, accolgono coppie e famiglie in un incantevole paesaggio disegnato da cime e boschi, dal fiume Sangro e dalle mele biologiche Melise.

Gli appassionati di enogastronomia potranno scegliere di raggiungere l’Irpinia e sui borghi, per immergersi in panorami sconfinati e lasciarsi conquistare sai sapori decisi, come quelli della soppressata e del baccalà.

In Umbria, invece, oltre ai rinomati prodotti gastronomici, si potrà scoprire l’arte della ceramica a Deruta. In Sardegna, infine, la tradizione del muralismo anima Orgosolo e tanti altri paesi limitrofi.

Glamping: nella natura sì, ma con stile

Tende luxury ed eleganti lodge indipendenti sospesi sull’acqua sono incastonati nella magia di un paesaggio dipinto da laghi e rigogliosa vegetazione. Laghi Nabi è un luogo di rigenerazione dove il distanziamento sociale diventa naturale. Il Glamping è fatto di strutture ecosostenibili dove godere della libertà di una vacanza in campeggio ma con i confort di un hotel. La colazione si fa sul pontile di legno della tenda. Si può prendere la bici e pedalare per lunghi km nella prima Oasi Naturale della Campania, andare a cavallo, rilassarsi in pedalò e canoa sui laghi oppure in kayak, praticare birdwatching, yoga e pilates sul prato, restare ad ammirare il tramonto dondolando su un’amaca e condividere una cena romantica o in famiglia servita in tenda. Pare, infatti, che il campeggio risolva ogni disturbo del sonno perché permette di vivere secondo i ritmi della natura. Se poi è di lusso, è anche meglio.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI