Piemonte e Svizzera con il treno del foliage: la bellezza viaggia sui binari

treno-blu-del-foliage

di Redazione | @travelglobemag

Viaggiare in treno è come sognare: permette di osservare i dettagli del paesaggio che scorre senza distrazioni, mantenendone poi un vivo ricordo. C’è un convoglio in particolare che viaggia tra Piemonte e Svizzera, attraversando i boschi che in inverno si tingono di rosso: il treno del foliage.

La linea

Il treno viaggia sulla linea ferroviaria alpina Vigezzina-Centovalli, che collega l’Alto Piemonte al Ticino, inaugurata nel 1923. 52 chilometri, 83 ponti e 31 gallerie che vengono percorsi in circa due ore, passando tra valli, boschi e borghi di montagna. Inoltre, con l’iniziativa Vigezzina no limits! si ha la possibilità di scendere e salire dal treno del foliage quando si vuole per visitare i paesini attraversati. Le zone interessate sono Domodossola e la Val d’Ossola, la Valle Vigezzo, le Centovalli – così chiamate per le tante valli laterali molto apprezzate dagli escursionisti- e Locarno con il Lago Maggiore. Il viaggio può iniziare da uno dei due capolinea, Domodossola o Locarno, ma anche da una delle 32 stazioni intermedie.

Quando salire sul treno del foliage

Il periodo migliore per viaggiare su questa linea va da settembre a novembre, quando l’autunno dà il meglio di sè. Un itinerario insolito che vi condurrà in luoghi conosciuti da osservare in maniera differente, almeno una volta all’anno. Sul sito della Vigezzina-Centovalli è possibile consultare gli orari dei treni e rimanere aggiornati sulle iniziative.

Mi raccomando, non dimenticate di portare la fotocamera!

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *