Mercati di Tel Aviv e Gerusalemme, tra profumi e colori

di Redazione| @travelglobemag

Visitare un mercato qualsiasi dei tanti di [b]Israele[/b], rappresenta un’esperienza coinvolgente che stimola tutti i sensi grazie alla moltitudine di colori e profumi. Addentrarsi tra banchi e negozi, infatti, è il modo migliore per [b]conoscere il cuore che fa pulsare ogni città[/b].

Tel Aviv

[b]Carmel Market[/b]: È il più grande mercato di frutta della città, ma offre un vero viaggio nelle tradizioni gastronomiche locali. Si dice che qui si trovino i migliori borek della zona. Si tratta di rotolini croccanti e salati, farciti di formaggio, che provengono dalla Turchia. Al Carmel Market non si trova solo cucina tradizionale; si tratta di un mercato molto moderno dove assaggiare contaminazioni che variano dal sushi alla cucina svedese.

[b]Nahalat Binyamin Arts and Crafts[/b]: Qui la creatività si manifesta in tutte le sue forme. In un geniale mix di prodotti artigianali e performance estemporanee. La qualità dei prodotti è garantita da un comitato pubblico che approva o meno gli espositori. Un’esperienza originale alla ricerca di qualche oggetto insolito, da vivere circondati da circensi e musicisti. Aperto ogni martedì e venerdì.

[b]Port Market[/b]: Il mercato alimentare del porto di Tel Aviv è subito diventato un punto focale per la cultura del cibo israeliano. Oltre alla migliore cucina del paese, offre corsi tenuti da rinomati chef e degustazioni. Tutto, naturalmente, vista mare.

Gerusalemme

[b]Mehane Yehuda[/b]: Anche se è diventato famoso grazie a una trasmissione televisiva sulla gastronomia, questo mercato è ancora autentico anche se oggi si trova più birra artigianale che spezie.

[b]Farmers and Artists Market[/b]: Si trova in una delle più belle zone di Gerusalemme, in quella parte di città che fu colonia tedesca. Offre prodotti alimentari artigianali come formaggi, conserve e prelibatezze stagionali, ma anche variopinte ceramiche e abiti di seconda mano.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

POTREBBE INTERESSARTI

One thought on “Mercati di Tel Aviv e Gerusalemme, tra profumi e colori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *