image_pdfimage_print

Mauritius e la sua storia, tra architetture e giardini tropicali

Date

Mauritius e la sua storia, tra architetture e giardini tropicali

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Un numero importante di etnie, ben mixate fra di loro, hanno dato il via ad una storia fantastica: quella di Mauritius. La sua cultura longeva ha diversi segreti, uno fra tutti l’equilibrio raggiunto grazie a una pacifica convivenza e a un multiforme patrimonio condiviso. Il fascino del suo passato merita di essere raccontato e colpisce più seguendo un tour che attraversa quattro siti assolutamente peculiari per il Paese. Un vero viaggio a ritroso nel mondo mauriziano, tra architettura e giardini tropicali.

Passeggiando a….

Port Louis

Cosmopolita e ricca di tesori culturali e storici, è una di quelle capitali dove le curiosità non finiscono mai. Basta passeggiare tra le sue strade principali per scoprire meravigliose case coloniali e le tipiche caserme della polizia, le “Casernes centrales”. Sul muro delle strutture si nota una S in ferro battuto che rappresenta il simbolo del governatore francese La Bourdonnais, che ne promosse la costruzione. Lo stesso elemento si ritrova vicino al vecchio fienile, il cosiddetto “grenier”, vicino al Windmill Museum, a Caudan Waterfront, sui resti delle formazioni di corallo all’interno del porto.

 

chateau labourdonnais
Chateau Labourdonnais

Chateau de Labourdonnais

Risale al 1856 ed intorno può contare su di un lussureggiante giardino, arricchito da tartarughe giganti. Dagli alberi da frutto variopinti si producono diverse marmellate, dolci, succhi di frutta il rum mauriziano.

Eureka “La Maison Créole”, Moka

L’edificio storico risale al 1830 e possiede 109 porte. Qui è facile capire come vivevano i mauriziani benestanti dell’epoca coloniale, scoprire i locali giardini verdeggianti o prendere parte a uno dei concerti o eventi che organizzano nella proprietà.

 

Mauritius tè
tè di Mauritius

La Via del Tè

La visita si divide in tre tappe in altrettante dimore coloniali, in un percorso tra aromi e sapori del mondo del tè. Il tour parte da Domaine des Aubineaux, passando dal Domaine de Bois Chèri e finire al Domaine de Saint Aubin. Un tempo erano tutti edifici privati, ma oggi sono visitabili e permettono di scoprire la storia e la cultura del luogo. Nel giro si osserva il processo di distillazione del rum e degli oli essenziali, per poi accostarsi all’ottimo tè mauriziano.

TRAVELGLOBE Riproduzione Riservata

 

 

 

Articoli
Correlati