Hudson Yards: il quartiere di New York amato e odiato, ma comunque da vedere

DatA

Hudson Yards: il quartiere di New York amato e odiato, ma comunque da vedere

 

di Redazione | @travelglobemag

Hudson Yards, un gigantesco sviluppo immobiliare privato, si trova nella relativamente piccola isola di Manhattan a New York City. Inaugurato da poche settimane è stato molto atteso, ma anche molto criticato.

Costruita a ridosso del fiume Hudson, all’altezza di Chelsea, come sviluppo della celebre High Line, ha sollevato le critiche di chi la vede solo come una Città del Capitalismo. Un progetto iniziato dieci anni fa con la prima torre di vetro blu all’inizio della High Line, poi sette piani di centro commerciale, quattro grattacieli e The Shed, un centro culturale in acciaio e vetro con una scocca trasformabile.

Non solo critiche per Hudson Yards, però. C’è chi la considera una trasformazione positiva, visto che riguarda una zona abbandonata riportata a nuova vita. Il vero motivo delle controversie, comunque, sta nel fatto che la città di New York abbia di fatto investito fondi nel progetto, anche se privato. Inoltre, per incoraggiare lo sviluppo della zona, sarebbero stati forniti incentivi fiscali e versati miliardi di dollari pubblici per estendere la linea della metropolitana.

Nonostante le polemiche, il distretto merita una visita.

Cosa vedere ad Hudson Yards

  • Arte e design: Anche se Chelsea, il quartiere delle gallerie d’arte, è a pochi isolati di distanza, anche Hudson Yards ha qualcosa di interessante da offrire sul tema. Qui si possono vedere opere di artisti come Alexander Calder, Roy Lichtenstein, Luke Edward Hall e Sarah Moore.
  • The Vessel: 154 scalinate, che raggiungono i 45 mt di altezza, offrono una straordinaria vista sul fiume. La struttura rivestita in rame assomiglia a un’opera di Escher o a un alveare ed è un’installazione pubblica gratuita, di cui tutti possono godere.
  • Mercado Little Spain: Tremila metri quadri di tapas, paella e piatti tipici della gastronomia spagnola. Uno spazio voluto dai fratelli Adrià e dal ristoratore José Andrés, che ricrea l’atmosfera dei mercati alimentari iberici. Da provare.
  • Snark Park: Uno spazio espositivo elegante e giocoso, che ospiterà tre spettacoli all’anno. Per questo primo periodo si potrà visitare Lost and Found, un labirinto fatto di colonne bianche.

Per sapere tutte le novità e gli eventi ad Hudson Yards, consulta il sito ufficiale.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati

SEI PRONTO AD ANDARE OLTRE?

Abbonati a TravelglobeOLTRE e accedi ai nostri contenuti speciali: contest fotografici, monografie, interviste e approfondimenti.