Cerca
Close this search box.
Trenitalia: 1700 stazioni abbandonate in comodato d’uso

DatA

Trenitalia: 1700 stazioni abbandonate in comodato d’uso

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Il tempo, a volte, è un grande spazzino capace di cambiare ogni cosa nel giro di pochi anni e rendere il contesto del tutto diverso. Quello che resta più o meno immutato, riguarda le emozioni e i ricordi che sbiadiscono solo dopo anni. Capita così di ritrovare vecchie [b]stazioni[/b] con biglietterie d’epoca, cariche di atmosfere, di sentimenti contrastanti che si respirano ancora nell’aria, di corse frenetiche, di attese, di sogni di cambiare la propria vita e di notare che, oggi, i sistemi tecnologici hanno reso meno intense tali sensazioni. Questi vecchi spazi dove si attendevano i vagoni per andare via dalla propria città, sono stati in parte abbandonati per far spazio a moderni edifici, ma [b]Trenitalia[/b] fa qualcosa di interessante per recuperare il passato e non far perdere tali gioielli. Permette a chi è interessato di acquisirne uno tra 1700 presenti, attraverso il comodato d’uso.

[b]OTTENERE UNA STAZIONE FERROVIARIA ABBANDONATA[/b]

Per evitare che molte di esse finiscano per diventare dimora di indigenti o di vandali, oltre che un problema riguardo ai costi di gestione, Trenitalia cerca qualcuno che sia intenzionato a prendersi cura dei locali momentaneamente affidati, con affitto a costo zero. In tutta Italia se ne trovano almeno una per ogni territorio comunale in media, con un valore totale per quelli che fino ad oggi sono stati assegnati, di circa 120 milioni di euro.

[b]QUALI STAZIONI?[/b]

Sono quelle che fanno parte della categoria ‘bronzo’, una denominazione che usa l’azienda per valutare la differenza in tema di dimensioni dell’impianto, aree accessibili al viaggiatore, tipo di frequentazione, capacità di interscambio. Le altre sono silver, gold e platinum.

[b]I NUMERI[/b]

[b]Trenitalia[/b] conferma che sono già state date circa 345 stazioni ferroviarie “bronze”, corrispondenti ad una superficie di oltre 63.683 metri quadrati. Ne rimangono moltissime altre, consultabili sul [url”sito”]http://www.trenitalia.com/[/url]. Per richiedere il comodato, invece, basta contattare la Direzione Territoriale Produzione di RFI.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati