La Valle delle Farfalle in Turchia

di Francesca Spanò | @francynefertiti

La bellezza, la poesia, il sogno. Tutto racchiuso in un luogo che, invece, è più che reale. La [b]Valle delle Farfalle in Turchia[/b] comprende un paradiso incontaminato dove si trovano oltre cento specie di questo amato (quanto delicato) insetto. Un’oasi protetta dove l’impressione è quella di trovarsi fuori dal tempo e dallo spazio, in una dimensione speciale, quasi onirica. Intorno mare color zaffiro con sfumature che passano dal blu al verde acqua, mentre i raggi solari baciano un’area in cui il grande turismo non è arrivato.

Qui si può arrivare solo in barca e osservare, ad esempio, il Jersey Tiger tra le svolazzanti [b]farfalle[/b], in un battere di ali delicato e coloratissimo. Oludeniz, però, non è tutta relax e pace perché ha ormai i suoi angoli super affollati fatti di ristoranti di massa e luci al neon. Le spiagge circostanti sono affollate e le colline sono spesso cariche di intrepidi turisti che vogliono provare qualche escursione alternativa o dedicarsi al parapendio.

La zona, però, è ricca di acque placide, di una pineta e di una spiaggia a forma di cuore, oltre che appunto della famosa [b]Valle delle farfalle[/b], splendida gola verde che finisce su un lungomare sabbioso. Per non parlare, poi, delle rovine greche di Telmessos.

[b]Oludeniz[/b], in turco, vuol dire Mar Morto e con la sua laguna a formare una sorta di grande lago salato, resta tra [url”i posti più fotografati della Turchia”]http://issuu.com/travelglobemagazine/docs/tg_luglio_2015/36[/url]. Tutta la zona è perfetta per le famiglie con i bambini, anche perché la vicina Fethiye, comprende diverse strutture attrezzate per accoglierle.
La Valle delle Farfalle, presenta anche una cascata alta sessanta metri, che finisce direttamente su una spiaggia sabbiosa e il suo nome è legato alla falena tigrata, una specie che si trova solo in questa zona. La sua apertura al pubblico è avvenuta circa trenta anni fa e chi vuole passare la notte a breve distanza, può fermarsi a dormire sotto le stelle con una tenda. Partendo da qui, si può arrivare al villaggio di Faralya che per anni è rimasto isolato e garantisce uno splendido panorama sulla costa.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *