Francia: dormire in un’isola che diventa un B&B per 10 persone

di Francesca Spanò | @francynefertiti

L’idea di un’[b]isola disabitata[/b] ha sempre affascinato tutti, ma questa volta il tratto di terra emersa in questione non è tropicale, anche se altrettanto magico. Si trova nel nord della [b]Francia[/b] e può ospitare fino a dieci persone. Sì, perché a [b]île Louët[/b], è stato costruito un bed and breakfast, in un angolo di roccia che affiora nella baia di Morlaix.

Discorso a parte merita la splendida struttura che conserva un certo fascino originale. Gli ospiti, infatti, dormono all’interno di un faro che risale alla metà del XIX secolo. Oggi in “pensione”, un tempo accompagnava con il suo “sguardo” vigile, le imbarcazioni che passavano nelle acque di fronte a Carantec, in Bretagna.

Si tratta di una di quelle [b]vacanze[/b] in cui si può staccare del tutto la spina con il mondo intero. Non ci sono, infatti, connessioni telefoniche e acqua corrente e, ancora, mancano i collegamenti di linea con la terraferma.

Il faro dell’isola risale al 1857 ed è stato costruito su progetto dell’ingegnere Fenoux. Quella che viene affittata, in realtà, è la casa del guardiano. Il costo per dormire una notte? Cento euro.

Molto bella è, in generale, tutta la [b]zona di Carantec[/b] che è una località balneare molto amata e sono moltissime le attrazioni per divertirsi: dagli sport acquatici, al tennis, al golf. La sua fama è cresciuta esponenzialmente a partire dal 1900 e l’area è nota per il microclima causata dall’influenza della corrente nord-atlantica e le spiagge sabbiose. In più, garantisce un ricco patrimonio storico.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *