Aruba, un paradiso per tutti

Date

di Francesca Spanò |@francynefertiti

Sabbia fine come borotalco, spiagge nascoste e calette appartate: Aruba è un sogno caraibico da vivere almeno una volta nella vita. I pittoreschi ritiri in mezzo alla natura sono tantissimi e chi desidera ritrovare se stesso lontano dalla folla e dal grande turismo, qui non resterà deluso.

Perché questa destinazione

Aruba, di solito, è nota non solo per la bellezza dei suoi panorami, ma anche per le sue spiagge pluripremiate, per il clima ideale in ogni stagione e per le tante attività adatte a ogni esigenza. Si tratta, dunque, di un paradiso dove il viaggio è personalizzabile e sono sempre di più coloro che, dopo il periodo di pandemia, arrivano da queste parti alla ricerca di un’immersione totale con la vegetazione locale. Ecco una selezione di location tranquille dove rilassarsi e staccare la spina da tutto e da tutti:

pesci Aruba
pesci Aruba

Tres Trapi, 3 scalini verso il mare

Sorge lungo le scogliere calcaree della costa nord-occidentale nell’area di Malmok, appena a sud di Boca Catalina. Presenta una serie di gradini scavati nelle rocce che portano ad una piccola baia sabbiosa ed è molto amato da chi desidera fare yoga, meditare o rilassarsi ascoltando le onde del mare.

Il Labirinto della Pace, da Parigi ad Aruba

La sua costruzione risale al periodo compreso tra il 1194 e il 1220, quello originale si trova nella Cattedrale di Chartres vicino a Parigi, in Francia, ed è stato replicato in tutto il mondo con l’obiettivo di portare pace e serenità a chi lo attraversa. Quello di Aruba è stato completato nel 2005 e molte persone che lo hanno attraversato confermano di essersi sentiti in totale serenità e armonia con il contesto circostante. Si raggiunge arrivando in cima a una collina a pochi passi dalla storica Cappella Alto Vista con vista sui dolci rilievi circostanti e sul mare.

Una piscina privata lungo la Costa Nord

Si scorge vicino alle rovine dalle miniere d’oro Bushiribana ed è il risultato del lavoro congiunto di onde e venti forti. Meno famosa della Piscina Naturale situata all’interno del Parco Nazionale Arikok, è comunque una gemma nascosta che si raggiunge tramite una scaletta occultata alla vista e pronta a regalare l’accesso a una piscina di acqua turchese, poco profonda e protetta dalle onde.

mare Aruba
mare Aruba

Wariruri e il suo ponte naturale

La spiaggia si trova sulla strada che dalla Cappella Alto Vista si dirige verso il mare e grazie alle forze della natura è nata la baia e il ponte naturale. Nei giorni feriali si può trovare la zona completamente vuota ma, in generale, è un luogo molto amato dai surfisti.

Il faro alternativo: il Colorado Point Lighthouse

Oltre all’imponente Faro California, c’è anche questo all’estremità opposta dell’isola, sulla punta sud-est. Non ha la struttura tipica di un faro, visto che è una costruzione metallica con una luce in gabbia, ma è bellissimo il punto panoramico con vista sul mare e sull’isola.

220 specie di uccelli locali e migratori al Bubali Bird Sanctuary

Passeggiare da queste parti rappresenta un’esperienza unica, anche se non si è appassionati di birdwatching. Si tratta di un angolo di Aruba dove poter vedere fino a 220 specie locali e migratorie che nella zona di Palm Beach trovano un rifugio sicuro.

La selvaggia Boca Grandi

La spiaggia con le sue morbide dune di sabbia è situata nella parte meridionale dell’isola e, grazie ai venti costanti, è perfetta per il kitesurf. Durante la settimana non è molto frequentata e dunque perfetta per chi vuole trovare un contatto profondo con la natura.

Per ulteriori info, il link di riferimento è: www.aruba.com.

TRAVELGLOBE Riproduzione Riservata

Articoli

Correlati

POTREBBE INTERESSARTI