Amtoudi, granaio del Marocco

amtoudi

di Federica Giuliani | @traveltotaste

Amtoudi, granaio medievale situato nel sud del Marocco, è un’oasi oggi abitata da circa trecento famiglie.
Il paesaggio che circonda il villaggio è caratterizzato da uno scenario desertico di montagna punteggiato da macchie verdi, che si stagliano contro l’ocra delle rocce.

L’agricoltura, infatti, è molto importante e i tappeti erbosi ospitano soprattutto frutteti: albicocche, fichi, olive, mandorle e datteri sono alcuni dei prodotti coltivati.

L’aspetto più affascinante di Amtoudi è l’antico granaio arroccato sulla collina che sovrasta il villaggio. Pare essere il più antico del Nord Africa, oltre che il meglio conservato. Ormai non è più utilizzato come deposito, ma in passato ha avuto un’importanza fondamentale nella vita locale durante le tante incursioni subite da parte di tribù locali e banditi.

Il granaio, nel tempo, è stato restaurato ma la scarsità di pioggia contribuisce alla conservazione del sito. Nonostante Amtoudi sia fuori dalle classiche rotte turistiche del Marocco, merita una visita per conoscere meglio la storia e la vita locale.
Consiglio di ingaggiare una guida locale per scoprire tutti i segreti del paese e le curiose caratteristiche della struttura, come la serratura del cancello, l’insolito sistema di ventilazione e i metodi i utilizzati per la lavorazione del grano.

Per raggiungere il villaggio è necessario percorrere un lungo e stretto sentiero roccioso a piedi o a dorso di mulo e anche se può sembrare faticoso, la vista che si conquista una volta in cima ripagherà ogni sforzo.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *