Piantare rose a marzo è possibile? Si con questo fantastico metodo

Sono sicuramente le rose le forme di fiori maggiormente riconoscibili e tra le più diffuse anche simbolicamente parlando anche attraverso l’oramai proverbiale “linguaggio dei fiori” che porta in tutti i casi la maggior parte delle persone a manifestare un enorme interesse verso questa appetibile e famosissima tipologia di fiori che vede anche l’affermazione di un concetto legato al romaticismo. La delicatezza delle rose è anche uno dei fattori che rende questi fiori così appetibili, e piantare le rose necessita del periodo giusto, ma è possibile farlo anche a marzo?

La risposta può essere affermativa, anche se è bene valutare condizione per condizione la possibiltà in questione: si tratta sempre di elementi estremamente diversificati, non esiste una sola tipologia di rose.

Ed esistono altresì vari trucchi per ottenere una buona fioritura a partire da alcuni fondamenti.

E’ possibile piantare le rose a marzo? La risposta è si, se fai così

piantare rose

La rosa è infatti corrispondente ad una grossa famiglia che identifica più di 200 specie, di cui non tutte sono riconoscibili al concetto che conosciamo naturalmente, anzi molte hanno un’estetica molto diversa.

La coltivazione delle rose identifica una vera e propria arte, che arriva da lontano e nel corso dei secoli si è raffinata, inoltre le varie selezioni hanno creato varianti più o meno duttili.

Ma come coltivare e piantare le rose a marzo? Nella quasi totalità dei casi la rosa tende a crescere molto bene tra ottobre a marzo, quest’ultimo mese risulta essere prolifico per alcune varianti su altre, a patto di mantenere alcune condizioni legate ad alcune conoscenze.

E’ infatti fondamentale lasciare alle rose spazio di coltivazione ma anche un ambiente poco dedito ai cambiamenti di stagione, anche durante le varie stagioni effettive, è una buona idea scegliere un luogo sufficientemente battuto dal sole ma non troppo diretto ma per almeno 4/5 ore di luce per le varianti tradizionali, mentre il terreno ma anche l’ambiente deve mantenersi sufficientemente umido da essere effettivamente costante.

In particolare in questo periodo bisogna iniziare a concimare con dell’opportuno concime anche naturale da diverse settimane prima della semina ma anche della messa a dimora, le condizioni migliori per piantare le rose a marzo sono identificate dagli ambienti prettamente collinari.

Infine già dal momento della messa a dimora di una pianta giovane, è necessario corrispondere una adeguata presenza di acqua ma non tanta da rendere il terreno fradicio: la prova del “dito” in profondità è molto utile soprattutto nelle prime fasi della coltivazione.

POTREBBE INTERESSARTI