Cosa mangiare per pulire l intestino: ecco i consigli dell’esperto

Un intestino mal funzionante può essere causa di vari disturbi specifici, come ad esempio colite, enterite, gonfiore addominale e varie alterazioni del transito intestinale come stipsi o diarrea, oltre che feci maleodoranti dovute proprio al male malassorbimento. Ecco che allora in questo articolo ci occuperemo di scoprire che cosa mangiare per pulire l intestino.

Ma non solo questo perché potrebbero anche insorgere dei sintomi di malessere generale che non sembrano, a primo impatto, legati all’intestino come la stanchezza, le infezioni genitali, l’alito cattivo e le intolleranze alimentari.

Questi sintomi disfunzionali possono sempre derivare da una diminuita difesa immunitaria verso le infezioni che sono causate da agenti esterni, incidendo in maniera piuttosto negativa sulla nostra quotidianità.

Nel momento in cui si inizia un periodo di depurazione, l’alimentazione dovrebbe avere una duplice funzione come quella di contribuire ad eliminare i prodotti di scarto del metabolismo i quali possono accumularsi per dei periodo lunghi, creando un ambiente favorevole alla crescita dei batteri nocivi.

Che cosa mangiare per pulire l intestino e farlo funzionare al meglio?

Per depurare il nostro intestino sarebbe il caso di consumare alimenti ricchi di magnesio e si tratta di un minerale che promuove lo sviluppo dei batteri ad azione benefica e che favorisce tutto il transito intestinale.

Verdure a foglia verde, frutta secca, legumi ed anche cereali integrali sono sicuramente delle ottime fonti di magnesio e in tal senso dose raccomandata è corrispondente a circa 500 mg al giorno; stessa cosa vale anche per gli alimenti probiotici.

Lo yogurt e kefir contenendo dei batteri vivi e attivi, risultano perfettamente in grado di interagire con la flora batterica intestinale, ripristinandola e contribuendo rafforzandola contro l’azione dei microrganismi patogeni.

Inoltre sono da consumare anche tutti quegli alimenti prebiotici che sono in grado di promuovere lo sviluppo di gruppi batterici utili all’uomo. Banane, asparagi, fagioli e legumi sono degli alimenti ricchi di sostanze prebiotiche e inoltre qualsiasi regime alimentare dovrebbe prevedere un apporto idrico di almeno 1, 5 litri di acqua al giorno, al fine di poter favorire una corretta idratazione del nostro corpo ed anche per poter ammorbidire le feci, agevolandone l’espulsione.

Si consiglia anche di cominciare ad assumere dei probiotici selezionati e in quantità piuttosto concentrate; in tal senso si tratta di batteri vivi e vitali, ad azione benefica che rafforzano la barriera intestinale contro l’azione degli agenti patogeni.

Queste indicazioni sono orientative, e non sostituiscono il rapporto medico-paziente; ad ogni modo infatti si consiglia di fare attenzione al fai- da- te: perché prima di seguire una dieta depurativa si deve consultare il nostro medico di fiducia, che saprà fornire dei consigli mirati.

cosa mangiare per pulire l intestino
POTREBBE INTERESSARTI