Come pulire la moka velocemente: ecco il trucco

Spesso quando si parla di moka si legge su molteplici riviste che la macchinetta del caffè non deve mai essere lavata. Ecco che infatti esiste una teoria secondo la quale i lavaggi frequenti potrebbero eliminare una buona parte della patina che riveste il metallo, cosa che porterebbe ad un cattivo gusto del caffè stesso. In questo articolo di oggi, infatti, ci occuperemo di come pulire la moka in modo facile ma efficace.

Sono davvero in pochi a conoscenza che le sostanze oleose e quelle grasse che si depositano dentro la caffettiera, durante la preparazione del caffè spesso si possono bruciare e si possono, di conseguenza, ossidare. Inoltre, tutte queste sostanze, contrariamente a quanto si pensa, contribuiscono solo a danneggiare il caffè e non a migliorarlo. Ecco che allora ci occuperemo di vedere insieme quali sono i rimedi che si possono adoperare per una pulizia senza conseguenze sgradevoli.

La prima regola in tal senso, e forse quella fondamentale, per un’ottima pulitura della macchinetta prevede l’utilizzo di prodotti neutri. Infatti, molto spesso, i prodotti risultano essere particolarmente aggressivi o eccessivamente profumati e potrebbero rilasciare sostanze, che molto difficilmente andrebbero via con il risciacquo.

Nessuno di noi vorrebbe, infatti, ritrovarci con un caffè al gusto di limone, di sapone o di disinfettante. Banditi questi prodotti aggressivi e profumati, la moka deve però, in qualche modo, essere sgrassata e quindi adesso andremo a vedere quali prodotti si possono utilizzare.

I consigli utili su come pulire la moka

Per pulire la moka alla perfezione, un ottimo prodotto che si può usare è l’aceto bianco dato che non possiede alcuna quantità di sostanza chimica. L’aceto, oltre ad avere una perfetta funzione sgrassante, è comunque abbastanza efficace in cucina contro le macchie ostinate, specie per la rimozione delle parti bruciate e per decalcificare la moka.

Pulire la moka con dell’aceto bianco è davvero qualcosa di molto semplice e basterà solo dotarsi di una spugna morbida imbevendola di aceto e trattando con esso tutte le parti interessate dallo sporco. Anche la rimozione del calcare dopo i ripetuti usi della macchinetta è un operazione davvero molto difficile, anche se non impossibile. In tal caso si può optare preparare un composto di acqua e aceto facendo poi bollire la miscela sul fuoco.

Quando il liquido esce dal beccuccio della moka, occupatevi di spegnere il tutto e di lasciarlo raffreddare. Trascorsi poi questi 15 minuti procedete a svuotare la macchinetta del caffè e a fare ribollire la moka con della sola acqua, in modo da eliminare i vari residui e le tracce degli odori più sgradevoli.

bere acqua distillata
POTREBBE INTERESSARTI