Come lavare le scarpe da ginnastica: il trucco della nonna è sorprendente

Le scarpe da ginnastica configurano una vera e propria calzatura evergreen in quanto a dispetto del nome la loro funzione è stata spesso slegata da quella evidenziata dalla nomenclatura, in quanto impiegate anche in contesti diversi. Dato l’utilizzo multiplo delle scarpe da ginnastica, ricordare o imparare come lavare queste calzature non è affatto banale, in particolare con l’approssimarsi della bella stagione.

Esistono infatti varie “tecniche” , spesso tramandate anche dalle vecchie generazioni che possono essere in parte rispolverate per lavare proprio le scarpe da ginnastica.

Come farlo in maniera corretta e specifica per queste calzature?

Scarpe da ginnastica, come lavare queste famose calzature? Prova questo trucco!

come lavare scarpe da ginnastica

L’idea di scarpa da ginnastica è ovviamente chiaro, essendo concepita originariamente per offrire robustezza ma anche e soprattutto comodità, è divenuta nel corso della seconda parte del 20° secolo una reale forma di simbolo della cultura pop e di massa, diventando poi parte del vestiario tradizionale del mondo casual.

Generalmente sono concepite con materiali parzialmente o interamente sintetici e data la funzione queste tendono a sporcarsi generalmente con più facilità rispetto ad altri tipi di calzature. Come vanno lavate?

Indifferentemente dalla tipologia e dal tipo di materiale, è opportuno eliminare momentaneamente i lacci ossia le stringhe dalle scarpe, ed iniziare a rimuovere lo sporco superficiale con un panno umido. Il rimedio più “casalingo” è quello molto semplicemente di porre le scarpe in una bacinella di acqua calda, e con l’aggiunta di un po’ di sapone neutro (come quello di Marsiglia) e di una spazzola non troppo dura (non utilizzare elementi come il metallo), evitando la candeggina o derivati. In caso di sporco tenace possiamo fare ricorso ad uno speciale “mix” costituito da un cucchiaio di bicarbonato ed un cucchiaio di detergente liquido, sempre puntando su un po’ di “olio di gomito” con spazzola. Può essere utile anche fare ricorso ad un po’ di detersivo per piatti biologico.

I lacci vanno lavati a parte, utilizzando un detergente neutro misto ad un po’ di bicarbonato di sodio.

Possono essere anche lavate in lavatrice, optando però per programmi appositi per le scarpe da ginnastica o comunque a temperatura non superiore ai 30 gradi impostando anche una durata ed una forza di centrifuga bassa. Per l’asciugatura è meglio tenerle appese su uno stendino in un luogo ben areato ma lontano dal sole che può avere effetti negativi sull’aspetto e sulla vestibilità.

E’ sempre bene verificare l’etichetta delle scarpe per comprendere come lavare e come non lavare la calzatura in questione.

POTREBBE INTERESSARTI