Mangiare la frutta la sera fa male? Ecco cosa dice lo specialista

Circa metà della popolazione italiana non consuma frutta a sufficienza al punto da rendere questo cibo effettivamente utile, lo hanno dimostrato vari studi che vanno ad impattare sulle nostre abitudini: la frutta come ogni altra forma di cibo va inevitabilmente legata al contesto culturale e molte forme di preconcetto sono effettivamente in grado di influenzare anche l’apporto di frutta, tra alcuni di questi preconcetti figura quello che porta il non mangiare frutta la sera, perchè fa male.

O meglio, questa è una convinzione molto radicata, quanto antica non solo nella cultura italiana ma comune anche in altri luoghi.

Ma è effettivamente vero? La frutta la sera non andrebbe consumata o è tutta una forma di mito? Scopriamolo insieme.

Mangiare la frutta la sera fa male? Ecco cosa dice lo specialista

mangiare frutta di sera fa male

La frutta fa bene ed è un discorso che conosciamo e che apprendiamo fin da piccolissimi, il contenuto della stragrande maggioranza di questi prodotti alimentari è estremamente utile, non solo come fine pasto. Eppure sono molti a considerare non “adatto” il consumo di frutta dopo una certa ora, prima di andare a dormire in quanto può compromettere l’assorbimento di alcuni nutrienti ed anche incidere sull’aumento di peso.

Non è una verità assoluta, in realtà non esistono prove scientifiche che accertano o smentiscono questo fattore semplicemente perchè dipende molto da varie situazioni: la frutta infatti è strutturalmente qualcosa di “benefico” ma che a seconda di quello che abbiamo consumato, può essere più o meno adatta quindi se abbiamo consumato molte fibre e carboidrati magari l’assorbimento di questi elementi sarebbe difficile o comunque più complesso per alcuni individui con un compendio di frutta alla fine del pasto.

Mentre se abbiamo cenato in maniera leggera o comunque equilibrata la frutta dopo cena non è un problema vero e proprio anzi può fornirci un “freno” alla voglia di cibo se abbiamo timore di mangiare troppo. Ed è un contesto dall’importanza assoluta, quello della comprensibilità della nostra capacità di regolarizzare l’apporto di frutta dopo cena, mentre potrebbe essere una buona idea limitare o eliminare questa abitudine se si soffre di meteorismo, digestione lenta e colon irritabile oltre ad altri fastidi simili. In questo caso è meglio consumare la frutta prima dei pasti principali o tra un pasto e l’altro.

La frutta dopo cena quindi non fa ingrassare o non fa necessariamente male in senso assoluto dipende come detto da vari fattori. Anche il senso di gonfiore è una forma di “Mito” in quanto nessuna frutta influenza così tanto, da sola, questo ambito specifico.

POTREBBE INTERESSARTI