Insetti più pericolosi in Italia: ecco di quali aver paura

Poche tipologie di esseri riventi hanno la capacità di essere più in grado di unire i pensieri e le sensazioni di così tante persone come il disgusto o comunque il fastidio da parte degli insetti che spesso è anche un po’ irrazionale, in quanto la nostra nazione non si trova in un’area globale particolarmente ricca di un ecosistema pericoloso, per molti è soprattutto una questione di concetto e di sensazione. Ma esistono delle varianti di insetto che sono effettivamente potenzialmente pericolose, in alcuni casi si tratta addirittura di varianti che possono portare a gravi problemi ed addirittura al decesso, in Italia.

E’ bene anche saper riconoscere preventivamente quali sono queste varianti di insetti (ma non solo, in quanto vanno inseriti anche i ragni che non sono insetti bensì aracnidi) realmente pericolosi, che possono essere confusi con altre varianti invece innocue.

Ne abbiamo analizzato in particolare alcune versioni: si tratta di varianti di insetti dalla natura estremamente polivalente in alcuni habitat naturali, che è meglio non “disturbare”.

Insetti più pericolosi in Italia: ecco di quali aver paura

Insetti più pericolosi in Italia

Una su tutte le tipologia di ragno nota come Loxosceles rufescens, ma conosciuta meglio come ragno violino è una delle poche tipologie di aracnide potenzialmente letale in Italia, riconoscibile dalla macchia a forma di violino sul dorso e dalle zampe lunghe. Non arriva a 10 mm di lunghezza ma un morso, comunque eventualità rara se non si disturba questo aracnide, sviluppa una carica di citotossina che può provocare una paralisi momentanea ed in alcuni rari casi (soprattutto in caso di bambini o anziani) addirittura la morte.

Altro aracnide potenzialmente molto pericoloso è la malmignatta, conosciuta anche come vedova nera mediterranea, dalla tipica livrea arancione e nera, a macchie, che viene legata alla capacità di instillare veleno se disturbata (solo la femmina ha questa capacità) dal potere neurotossico che provoca anche in questo caso dolori muscolari, blocchi ed anche potenzialmente una paralisi parziale, anche in questo caso è difficile il decesso ma un morso necessita immediatamente di soccorso medico.

Anche la tradizionale zanzara tigre o anche la zanzara culex, varianti più aggressive del nostro paese, possono sviluppare allergie e irritazioni e diffondere malattie di origine tropicale ma arrivate anche da noi come Dengue, la Malaria e la Zika.

In ultimo anche uno Scorpione nativo della penisola iberica (Spagna e Portogallo) chiamato Buthus occitanus, dal colore beige e marrone chiaro che è un animale schivo, ma che se stimolato può sviluppare una puntura che non è legale ma che scaturisce in una febbre alta molto fastidiosa e dolorosa.

POTREBBE INTERESSARTI