Cosa accade a chi mangia ceci di sera? Ecco la risposta

I ceci costituiscono una delle principali forme di legumi considerate agibili per l’alimentazione nonchè una delle più diffuse forme di questa famiglia conosciuta come Fabacee o Leguminose che da millenni identificano il sostentamento principale nei termini effettivi dalla maggior parte delle culture, a lungo anche i ceci sono stati associati ad una cucina “povera” o comunque umile anche se nel corso dei decenni anche i legumi di questo tipo hanno acquisito una nuova forma di successo, ma i ceci sono utili anche di sera?

Molto spesso legati alla pasta, anche i ceci risultano essere tra i legumi per eccellenza associati al pranzo o comunque non al consumo serale.

Esistono degli effetti diretti, positivi o negativi legati al consumo di ceci a cena, quindi presumibilmente di sera? Proviamo a scoprirlo.

Cosa accade a chi mangia ceci di sera? Ecco la risposta

ceci di sera

Il cece è un legume antichissimo, probabilmente la pianta in questione di tipo domesticato è stata una delle prime concepite controllate dalla specie umana: quasi tutte le forme oggi conosciute hanno una provenienza legata al quella che oggi è l’odierna Turchia, dalla quale provengono ogni tipologia o quasi di ceci ad oggi. Resta uno dei legumi sicuramente più diffuso ed anche riconoscibile in senso effettivo, in tutto il mondo.

Importantissima fonte di ferro ed altri sali minerali, a lungo anche in Europa questo legume è stato considerato una base alimentare facile da coltivare e da trasportare, ancora oggi molto presente in svariate cucine popolari, una su tutti la pasta e ceci che è un primo molto nutriente quanto semplice negli ingredienti. Ma mangiare ceci di sera è una buona idea?

Come molti legumi, è considerabile “buono” anche nel secondo pasto, in particolare un fabbisogno in ambito giornaliero di ceci freschi (150 g) o secchi (50 grammi) corrispondono ad una quantità giusta da consumare ogni 2-3 giorni. Di sera però può essere un po’ difficile da digerire una porzione superiore a questa dose, per cui è meglio attenersi ai limiti in questione.

Evitando condimenti troppo pesanti, è sicuramente possibile consumare efficacemente ceci di sera che possono rivelarsi un ottimo rimedio anche contro l’insonnia, in quanto contengono varie vitamine del gruppo B, che tra le altre cose aiutano l’organismo nel processo di rilassamento.

Va anche menzionato l’apporto di triptofano, che ha la funzione di stimolo della serotonina, il cosiddetto ormone del buonumore quindi i ceci “fanno star bene” anche durante il sonno.

POTREBBE INTERESSARTI