Come pulire piano induzione senza rovinarlo: ecco il metodo certificato

La tecnologia recente è entrata a far parte delle nostre case, sviluppandosi oltre che nei sistemi da intrattenimento, anche in quelli effettivamente pratici e nella cucina, in realtà si tratta di un processo che seppur gradualmente è attivo da decenni, ed è arrivato ad influire anche le nostre abitazioni. Oltre ai caratteristici fornelli, da tempo infatti nel dover rinnovare la cucina ed il piano cottura si fa ricorso anche al piano a induzione che sfrutta un concetto fisico totalmente diverso per generare calore. Ma come pulire correttamente il piano a induzione senza rovinare la superficie?

Questa infatti è tendenzialmente concepita in materiali molto lisci ed abbastanza delicati, che possono essere rovinati da vari elementi ma anche da una non adeguata pulizia.

Esistono prodotti appositamente realizzati ma anche altri concepiti in maniera diversificata che magari già possediamo in casa.

Il Piano a induzione è delicato: ecco come pulire correttamente questa superficie

Come pulire piano induzione

Ma cos’è effettivamente un piano cottura a induzione e come funziona? E’ concepito nella parte superiore da una struttura in vetroceramica collegata ad un sistema elettrico alimentato a bobine che si attiva secondo un comando che sviluppa un campo magnetico non appena viene avvicinato un prodotto in metallo, condizione che porta al riscaldamento della stoviglia e quindi anche dei cibi che sono presenti sopra. Questo metodo permette anche una maggior sicurezza in quanto solo i prodotti come le pentole concepite appositamente possono generare calore (se si mette la mano in sostanza non ci si brucia).

Il sistema a induzione è considerato il futuro ed adatto a piatti elaborati soprattutto perchè permette la cottura di cibi in modo omogeneo e con le ultime tecnologie si può ambire anche ad una migliore ottimizzazione dell’energia elettrica visto che sfrutta un concetto fisico diverso dal fuoco. Ma come si pulisce?

Un piano a induzione dovrebbe essere pulito tutti i giorni anche se non è totalmente sporco, utilizzando un panno in microfibra ed acqua, così da eliminare la polvere e le impurità.

Se sono presenti macchie di unto, è sufficiente utilizzare una spugna morbida ed un po’ di detersivo per piatti, mentre se le macchie sono tenaci possiamo fare ricorso all’apposito raschietto per vetro, spesso venduto assieme al piano (mai utilizzare uno non adatto al piano ad induzione , in quanto può graffiare la superficie) ed utilizzarlo in combinazione con un po’ di aceto.

E’ importante tenere sempre abbastanza pulito il piano ed evitare di “trascinare” piatti e pentole essendo una superficie molto sensibile ai graffi.

POTREBBE INTERESSARTI