Come pulire le tapparelle di casa: ecco il metodo rivoluzionario

La cosiddetta tapparella costituisce una forma di “protezione” dalle intemperie di ambienti chiusi, e può essere concepita in numerosi funzionamenti, meccanismi oltre che struttura e dimensioni. Il ruolo principale delle tapparelle è proprio quello di fare una sorta di barriera tra ciò che è dentro e fuori e pulire queste particolari forme di oggetto risulta essere qualcosa di non esattamente entusiasmante nella maggior parte dei casi ma necessario.

In casa in particolare risulta essere una condizione che può richiedere tempo e non essere neanche facile in tutto e per tutto.

Ma con un po’ di ingegno è sicuramente possibile ottnere dei risultati di ottimo livello con pochi ingredienti che magari abbiamo in casa.

Come pulire le tapparelle di casa: ecco il metodo rivoluzionario

pulire le tapparelle

Esistono tapparelle di ogni dimensione e materiale, e soprattutto nella parte esterna questa risulta essere spesso composta da materiali sintetici, ma anche metallici o in legno in varie tipologie. In tutti i casi una tapparella di buona qualità deve presentare una buona flessibilità unita ad un’eccellente resistenza strutturale, in quanto come detto deve fare da scudo dalla pioggia, vento, sole ed altre intemperie, anche per molti anni.

E’ importante quindi comprendere di cosa è costituita una tapparella prima di capire come pulirla in modo agevole ed efficace. In tutti i casi soprattutto nella parte esterna la tapparella che ha bisogno di essere pulita va prima spolverata, lasciandoci liberi di farlo come meglio consideriamo “giusto”, da una scopa ad un pennello fino ad un aspirapolvere, è importante arrivare anche con piccoli strumenti come una spazzola o un piccolo pennello anche nelle aree più piccole. Per ultimare la rimozione della polvere possiamo utilizzare un fibra antistatico.

Un rimedio eccellente per le tapparelle in materiali plastici è composto da aceto e sapone di Marsiglia da miscelare e porre in un contenitore spray, pulendo poi la superficie interna ed esterna con una spugna morbida. Dopo aver terminato, possiamo utilizzare un panno in microfibra leggermente inumidito da acqua tiepida.

Per le tapparelle in legno un ottimo metodo è composto da acqua e ammoniaca, in una soluzione composta da 2/3 di acqua, il resto da ammoniaca. In questro caso possiamo rimuovere poi la soluzione con un panno in microfibra.

Se sono in alluminio, la soluzione migliore prevede l’utilizzo di bicarbonato di sodio, acqua ed un po’ di succo di limone per aumentare l’azione sgrassante della soluzione.

Eccellente risulta essere il vapore per quasi ogni forma di tapparella.

POTREBBE INTERESSARTI