Come mangiare il salmone affumicato: ecco il metodo definitivo

Il salmone affumicato è una delle preparazioni di pesce più apprezzate di tutto il mondo, anche perché è già pronto e non c’è affatto bisogno di cuocerlo per poterlo gustare nel migliore dei modi. Quello che a noi tutti preme sapere è come mangiare il salmone affumicato e vi diremo tutto in questo nostro articolo di oggi.

Si tratta di un alimento estremamente versatile ed anche appetitoso capace di arricchisce i vassoi di antipasti, ma anche dei primi e dei secondi piatti rivelandosi ideale anche per eventi importanti ma anche per spuntini. In commercio è facile trovare il salmone affumicato, molto spesso anche confezionato in diversi modi e in diversi tagli in modo che siamo noi a decidere quale sia il più adatto per il nostro taglio.

In genere, una volta che lo compriamo, questo si dovrebbe sistemare in frigorifero fino al suo utilizzo e in tal senso vi consigliamo sempre di leggere le indicazioni sulla confezione. Prima di servirlo, comunque, sarebbe meglio lasciarlo almeno una trentina di minuti a temperatura ambiente, in modo che questo possa ammorbidirsi e raggiungere, così, la consistenza ideale.

Come mangiare il salmone affumicato? Ecco il miglior metodo

Per utilizzare il salmone affumicato come antipasto potete tagliarlo a fettine più o meno piccole e sottili e aggiungerlo all’insalata o magari potete sistemarlo su dei semplici crackers, crostini di pane o fette di formaggio; oltre a questo potete anche create dei gustosi involtini di salmone avvolgendo le fette in un impasto di formaggio spalmabile.

Se invece preferite usando a pezzetti potete optare per realizzare una squisita tartare di salmone o magari aggiungere dei pezzi di salmone alle uova strapazzate, magari utilizzarlo anche su di una pizza o in una semplice pasta fredda al salmone: insomma in questo c’è libera scelta.

Volendo optare per la preparazione di una cena a base di salmone affumicato, potete mangiarlo tagliarlo a tranci. Vi basterà foderare il fondo di una vaporiera con dei fogli di alluminio, disponendoci poi sopra dei trucioli di legno della vostra essenza preferita e lasciandola sul fuoco a fiamma alta, coprendola con il coperchio. Trasferite a questo punto i tranci di salmone all’interno della vaporiera e sistemateli coprendoli nuovamente con il coperchio e sigillando i bordi della pentola con dell’alluminio.

Lasciate affumicare il tutto per 30 minuti e poi spegnere facendo riposare per 4 ore prima di sistemarli su di una griglia. Cospargete i tranci con 1 kg di sale ed 1 di zucchero semolato lasciando riposare in frigorifero per almeno 1 o 2 giorni. Trascorso questo tempo necessario potete poi sciacquate il salmone marinato ed utilizzatelo secondo le vostre preferenze.

come mangiare il salmone affumicato
POTREBBE INTERESSARTI