Attenzione a bere acqua del rubinetto: ecco cosa può accadere

Fra le domande che riguardano l’acqua, una delle più frequenti è sicuramente quella relativa al bere acqua del rubinetto. Infatti sono in molti a pensare che questa può far male alla nostra salute e andiamo insieme a scoprire qualcosa in più in questo articolo di oggi.

L’acqua delle reti idriche delle città è sicuramente potabile e in genere di buona qualità, visto che è trattata alla fonte con procedimenti che sono volti proprio a garantire degli standard specifici. In natura possiamo dire che l’acqua, anche la più pura che ci sia, può contenere dei virus, vari elementi potenzialmente patogeni e protozoi oltre a solfati e metalli pesanti, che sono anch’essi pericolosi per salute del nostro organismo.

Quel che sappiamo è che l’acqua del rubinetto viene trattata adeguatamente prima di immetterla nelle reti cittadine e viene poi sottoposta a dei controlli periodici severi. Nelle intenzioni che riguardano le autorità di controllo, l’acqua dovrebbe arrivare nelle nostre case depurata, vale a dire che dovrebbe assolutamente essere priva di qualsiasi tipo di microrganismo nocivo, di sostanze chimiche e di elementi estranei in sospensione.

Ne esce fuori il fatto che bere acqua con questi standard non risulterebbe dannoso per la salute, e permetterebbe anche di risparmiare tempo e denaro, evitando di acquistare ingombranti confezioni di acqua in bottiglia.

Che cosa accade bevendo acqua del rubinetto? La risposta

In tal senso esistono due tipi di problemi di cui il primo è il degrado delle risorse idriche che obbliga a riciclare più e più volte la stessa acqua e il secondo è quello che riguarda gli impianti di trattamento e di distribuzione che spesso sono obsoleti.

Tutto ciò contribuisce ad abbassare di parecchio la qualità e la salubrità dell’acqua stessa senza considerare il fatto che i gestori delle reti garantiscono la potabilità dell’acqua fino a quando arriva al contatore.

L’acqua del rubinetto si potrebbe bere con la più totale tranquillità se solo arrivasse nelle nostre case mantenendo completamente invariati gli standard di qualità che sono stati stabiliti per legge, ma purtroppo sappiamo bene che molto spesso non è affatto così.

E’ a questo proposito che possiamo prendere in considerazione l’utilizzo di alcuni purificatori che garantiscono il minimo ingombro e che sono in grado di trattenere tutti i batteri patogeni che si trovano nell’acqua, come anche i parassiti e le polveri radioattive.

Del resto ci sono anche dei filtri particolari che garantiscono l’assorbimento dei composti chimici, specie organici, tramite delle sostanze ad alto spettro assorbente che sono anche efficaci contro il cloro, i pesticidi ed erbicidi.

bere acqua del rubinetto
POTREBBE INTERESSARTI