Acidità di stomaco: ecco cosa mangiare per risolvere subito

Vi capita mai dopo i pasti di avvertire una specie di “incendio” a livello toracico o magari di impiegare delle ore per digerire un pasto? Bene, allora con molta probabilità soffrite della fastidiosa condizione chiamata “acidità di stomaco”. In questo articolo di oggi ecco che vi spiegheremo di che cosa si tratta e vi parleremo dell’acidità di stomaco cosa mangiare per risolvere.

Al tempo stesso in queste righe vi illustreremo anche una strategia piuttosto efficace che può aiutarvi a liberare il corpo da questo fastidio. Come però scoprirete, molto spesso l’acidità di stomaco non è altro che un problema con parecchie cause potenziali, sulle quali sarebbe meglio agire a monte anziché andare a “rimediare” a valle.

Tra le principali cause dell’acidità di stomaco c’è, però, senza dubbio, il nostro stato di infiammazione generale oltre che lo stress; più il nostro stato di infiammazione generale è alto e più creiamo un terreno fertile utile per le disfunzioni di tutto il sistema digestivo. Ma che cos’è l’acidità di stomaco nello specifico? Andiamolo a scoprire insieme in questo articolo.

Soffrite di acidità di stomaco? Ecco cosa mangiare

Occupandoci, intanto, di spiegare meglio tale condizione, diciamo che se succhi gastrici finiscono nelle zone in cui non dovrebbero mai arrivare, allora ecco che si avverte una fastidiosa sensazione di bruciore. Se questo disturbo rimane localizzato a livello del torace, allora si parla di pirosi, mentre quando il contenuto dello stomaco risale anche lungo la faringe fino a farci sentire una forte sensazione di acido in gola, si tratta del bruttissimo reflusso gastroesofageo.

La cosa importante da sapere è che si può soffrire di reflusso gastroesofageo senza avere nessun’altra patologia particolare, oppure potrebbe anche essere associato alla presenza di ernia iatale, un problema che si verifica nel momento in cui una porzione più o meno ampia del nostro stomaco si sposta dalla cavità addominale fino alla zona del torace.

Se questa sensazione di bruciore di stomaco insorge subito dopo un pasto, si può parlare di episodi di gastrite acuta: un’infiammazione della parete gastrica interna che può essere favorita ancora di più dalle cattive abitudini alimentari, ma anche da altre patologie particolari come anche da uno stile di vita che non è proprio corretto.

Tra gli alimenti alleati del nostro stomaco in caso di pirosi gastrica si possono individuare le carote, le patate ed anche il finocchio lessato; la carne magra quale il pollame e il tacchino cotta alla griglia oppure anche il cartoccio condito con olio extra vergine di oliva completamente crudo. Un’ottima opzione, però, è quella del pesce magro sempre cotto al forno, alla griglia, al vapore insieme al pane, alla pasta, ai cereali integrali e ai fiocchi d’avena.

acidità di stomaco cosa mangiare
POTREBBE INTERESSARTI