Piantare cipolle germogliate: ecco il metodo per ottenerle in vaso

Spesso e volentieri i germogli di cipolla, chiamati anche “cacci”, vengono gettati nella spazzatura perché considerati indigesti e nocivi per la nostra salute. Per fortuna, però, questa diceria non corrisponde al vero dato che in realtà sono ottimi per la salute ma come si possono piantare cipolle germogliate in vaso o in giardino? 

Piantare delle cipolle germogliate non è però un’azione che si compie nel quotidiano e forse moltissimi di noi non la contemplano neanche come qualcosa di realmente fattibile. Chi però ama la natura ed ha un certo interesse al giardinaggio, può essere interessato ad approfondire tale conoscenza che riguarda proprio la coltivazione dei germogli della cipolla, un metodo facile ed efficace che può trovare applicazione in ogni contesto, sia casalinga che non.

Magari, perché no, da queste brevi nozioni di orticoltura può nascere anche una passione che può portare alla realizzazione di piccoli orti con diverse varietà di verdure fresca. Tutto ciò, poi, vi risulterà ancora più semplice se avete già piantato qualcosa nell’orto, magari dei carciofi o dei pomodori, delle zucche oppure ancora dei semi nel cotone.

In ogni caso, comunque, qui di seguito ci occuperemo di illustrarvi una breve guida proprio riguardo la coltivazione di cipolle germogliate, una guida che sarà adatta ai più inesperti ma comunque volenterosi.

Non buttarli: ecco come piantare cipolle germogliate

Per prima cosa è il caso di conoscere i periodi dell’anno più indicati per questa coltivazione di germogli di cipolla affinché si possano avere degli ottimi risultati. In tal senso miglior periodo di incubazione, cioè quando si andrà a piantare e ad interrare il germoglio, è compreso tra i mesi di Ottobre e Febbraio.

Unica condizione affinché si possa ottenere un ottimo risultato, è che il clima non sia troppo freddo o, peggio ancora, non ci siano state delle gelate extra stagionali nei giorni precedenti all’incubazione. In questi casi è vivamente sconsigliato di procedere con la coltivazione di tali germogli di cipolla a meno che non si disponga di un luogo termoregolato, cosa, però, alquanto complicata.

È comunque possibile utilizzare una cipolla conservata che abbia incominciato a germogliare in modo spontaneo così da poter estrarre il bulbo con estrema facilità. Senza il germoglio sarà impossibile che l’interramento sia in grado di risultati desiderati: comunque sia, nel caso in cui il germoglio non fosse ancora spuntato basterà aspettare giusto qualche giorno in più.

piantare cipolle germogliate
POTREBBE INTERESSARTI