Epiro: mare, colori ed emozioni uniche in Grecia

image_pdfimage_print

 

di Francesca Spanò | @francynefertiti

C’è un luogo dove i colori si fanno accesi, le sfumature di blu sono impossibili da contare e il sole con i suoi raggi sembra raccontare una favola felice. Il Paese è la Grecia, che tanti tesori paesaggistici nasconde e la regione alternativa da provare è l’Epiro. Regno di mare è anche culla di storia importante, di notevoli resti archeologici e di ottima cucina. Un dettaglio quest’ultimo da non sottovalutare per gli amanti del buon vivere e dell’ottima tavola. Al confine con l’Albania è perfetta per organizzare escursioni in montagna, battute di trekking, passeggiate a cavallo e sport legati all’acqua. Sono tantissimi i turisti, per esempio, che scelgono la meta per dedicarsi al rafting. Insomma, anche chi ha gusti difficili in tema di relax e vacanza, troverà qui una rosa di scelta molto vasta per staccare la spina e concedersi delle splendide ferie. Non ultimo, in tale tratto di mondo e, ancora di più qui, i prezzi sono adeguati alle diverse tasche senza che le strutture e i servizi perdano comunque di qualità. Ottimi i collegamenti con un paio di voli a breve distanza o dei comodi traghetti che dall’Italia partono da Ancora, Bari e Brindisi. Per chi vuole essere indipendente, poi, nulla vieta di arrivare in auto, soprattutto se i giorni a disposizione sono un po’ di più.

Epiro: spiaggia, mare o archeologia?

Il viaggio potrebbe essere diviso in diversi temi, perché il mare e la montagna dell’Epiro sono facilmente raggiungibili in giornata, mentre non mancano i piccoli gioielli da scoprire. come Preveza con la sua splendida costa e il sito archeologico di Nicopolis, legato al nome di Ottaviano Augusto che su questo luogo puntò per festeggiare la sua vittoria nel 31 a.C contro Antonio e Cleopatra. Qui è bene trascorrere qualche ora tra tour, buona cucina e bird watching. La più modaiola Parga è carica di negozi per lo shopping, oltre che di spiagge splendide da provare e poi c’è Arta, con i ponti di pietra a quattro archi, il parco nazionale, il suo passato bizantino e la sua biodiversità. Ancora, da vedere c’è certamente Ioannina tra villaggi, monasteri e il vicino parco Vikos-Aoos Patrimonio Mondiale Unesco. E, ancora, c’è Thesprotia con la città di Igomenitsa, dove si possono visitare monasteri scavati nella roccia, scoprire leggende, foreste, castelli e tradizioni antiche.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento