1000 lire 1998: valore alle stelle, se ne possiedi una mettila in cassaforte

La moneta da 1000 lire circolava in Italia già prima dell’introduzione dell’attuale monetaria, l’Euro ed oggi, in questo nostro articolo, ci vogliamo occupare delle 1000 lire 1998 valore. Queste tipologie di monete sono state coniate in due tipi: una di queste moneta è stata realizzata in argento ed è comunemente denominata “Roma capitale” battuta nell’anno 1970 mentre l’altra bimetallica è comunemente chiamata “Europa”.

La moneta del primo esemplare è stata introdotta nell’anno 1970 per commemorare il centenario di Roma capitale ed si trattava di una moneta in argento 833. Al diritto questo esemplare riprende la testa della dea Concordia da un antico denario romano che è stato emesso intorno all’anno 62 a.C. da Lucio Emilio Lepido Paolo, console nel 50 a.C. e fratello di Marco Emilio Lepido, il triumviro.

Al rovescio troviamo rappresentato il progetto di Michelangelo realizzato per la pavimentazione di piazza del Campidoglio. L’autore del lato del dritto è Piero Monassi, mentre il rovescio, quello non firmato, è di Laura Cretara.

Per quel che riguarda invece la moneta del secondo tipo si tratta di una moneta bimetallica (esternamente realizzata in bronzital e internamente in cupronichel), una moneta che presenta due varianti principali.

1000 lire 1998 valore: ecco tutto

La prima variante sul rovescio presenta degli errori di rappresentazione della mappa politica europea ed è rimasta comunque in circolazione fino all’avvento dell’Euro. Tuttavia anche la seconda variante creata appositamente per per riparare all’errore presenta altri errori geografici come la posizione sbagliata della Danimarca e l’Istria rimasta entro i confini italiani. 

C’è anche da dire che la prima versione è la prima di cui venne sospesa poi la coniazione in previsione dell’introduzione dell’attuale moneta unitaria; queste vennero prodotte per la circolazione soltanto negli anni 1997 e 1998. Il valore di queste banconote da 1000 lire corrisponde alla cifra di 52 centesimi di euro.

Adesso, però, andiamo dritti al punto di descrizione della moneta del 1998: il lato del dritto presenta la Cartina dell’Europa; nel campo ci sono cinque cartigli, in esergo l’indicazione dell’autrice mentre nella ghiera esterna troviamo posto in basso il valore “L. 1000“, a sinistra l’iscrizione del millesimo e a destra il segno di zecca (R).

Sul lato del verso è presente la testa muliebre turrita volta verso sinistra; ovvero il simbolo della Repubblica. Il campo è stato realizzato in materiale Cupronichel e la ghiera in Bronzital. Il diametro di questa corrisponde a Ø 27 mm per un peso di 8.8 g.

1000 lire 1998 valore
POTREBBE INTERESSARTI