Vecchie lire di valore: ecco la classifica ufficiale

Vi siete mai chiesti quali sono le vecchie lire di valore italiane? Bene, ve ne parleremo in questo nostro articolo di oggi. Le vecchie e care monete continuano sempre di più a sorprenderci essendo tornate grandemente alla ribalta per via del loro meraviglioso valore economico.

Ad oggi, le vecchie lire valgono addirittura molto più dell’oro e questa è proprio la rilevazione che è stata a prodotta dalle valutazioni dei migliori collezionisti, che vengono definiti anche maggiori esperti di numismatica.

Ad oggi queste monete rappresentano anche il ricordo di un tempo florido per tutte le famiglie, oltre che rappresentare una fonte davvero cospicua d’investimento. Le vecchie Lire italiane sono comunque sia ancora in circolazione, anche se passano molto spesso inosservate tra borse e portafogli che utilizziamo tutti i giorni.

Detto ciò è anche vero, che non sono affatto tutte le monete a valere questa cifra da sogno perché in realtà, la maggiore quotazione viene riservata sempre a quegli esemplari più rari e che presentano delle peculiarità davvero eccezionali sia per via dell’effige presente che per qualche piccolo errore di conio che ne va ad accrescere notevolmente il valore.

Ecco la classifica delle lire di valore più interessanti

Per iniziare non possiamo di certo nascondere il pezzo da novanta, cioè il pezzo più ambito da tutti gli appassionati e di tutti i collezionisti: la moneta da “500 Lire caravelle”. Si tratta di una moneta realizzata in materiale argento che, oltre, al pregio dovuto al materiale che è stato impiegato, ha come aspetto interessante il disegno delle “vele dispiegate al contrario”.

Continuiamo parlando dalle “Lire Arancia”, una moneta forgiata nel lontano 1947 e caratterizza da un valore stimato che si aggira attorno alla cifra di 1.500 euro. Mentre, per quel che riguarda le 2 Lire Spiga prodotte in quello stesso anno, queste possono essere vendute per un importo di circa 1.800 euro.

Sulla stessa linea di quotazione troviamo poi le 5 Lire Uva che sono state invece coniate nel 1946 e non si parla di monete rare qualsiasi, ma di veri pezzi unici che rappresentano la storia della Repubblica Italiana. Al tempo stesso sia le 5 Lire Uva di quell’anno che quelle che sono state coniate dopo possono raggiungere una vendita stimata corrispondente all’importo di oltre 1.200 euro.

A seguire possiamo parlarvi di alcuni pezzi che hanno un valore molto più alto di 1.000 euro e in particolar modo si può fare riferimento alle Lire Delfine che sono state forgiate nell’anno 1956 e le cui quotazioni superano anche i 2.000 euro.

lire di valore
POTREBBE INTERESSARTI