Hai questa banconota da 20 euro? Ecco quanto può valere, pazzesco

Tutti gli appassionati del mondo della numismatica sono sempre di più alla ricerca sfrenata di particolari banconote, monete e francobolli tra i più speciali e soprattutto caratterizzati da un maggiore valore.

In questo articolo di oggi vogliamo parlarvi di una specifica banconota da 20 euro che utilizziamo giorno dopo giorno e che, nonostante circola piuttosto liberamente, può arrivare ad essere una vera piccola fortuna.

Purtroppo, però, c’è anche da dire che certe volte non sappiamo di avere tra le mani una rarità e quindi spendiamo la banconota senza porci alcun problema. Allora, come abbiamo già detto qui sopra, sia le banconote che le monete, sono degli oggetti ricercati dai collezionisti più appassionati ma quali sono i fattori che vanno a determinare la loro rarità?

Ad incrementare il valore di una singola banconota ci sono sicuramente fattori ben precisi quali l’anno di emissione e il loro codice seriale. Le banconote più ricercare e di conseguenza le più quotate sono, per ovvie ragioni, quelle in fior di stampa, cioè quelle che si presentano in uno stato di conservazione ottimale e che non hanno mai circolato per cui non presentano nessun segno di usura.

Questa particolare banconota da 20 euro vale molto di più

Quel che c’è da sapere è che la presenza degli errori di conio, così come dei difetti, può contribuire ad accrescere il valore della banconota stessa e può anche determinare la rarità di un certo esemplare.

Ad ogni modo, a seconda dello stato di conservazione in cui si trova la banconota, ci sono certi esemplari da 20 euro che hanno un valore molto interessante. La banconota che possiede il valore più elevato è senza ombra di dubbio quella da venti euro di Cipro che fa parte della serie denominata G007 e che presenta la firma Trichet che assume un importante valore pari alla cifra di 290 euro.

Ma tra le banconote più ricercate ritroviamo anche la banconota da 20 euro della Slovenia facente parte della serie G012 che possiede un valore pari a 250 euro ed anche quella da 20 euro Italia targata S001 che presenta la firma Draghi, il cui valore raggiunge la cifra di 220 euro.

In questo momento sappiamo che tale banconota è in vendita a quasi 1.000 euro ma si parla di quella risalente all’anno 2015 “a taglio corto”. Ciò vuol dire che presenta delle dimensioni leggermente inferiori se vengono paragonate ad una normale banconota standard.

I “tagli corti”, comunque, non sono altro che degli esemplari molto rari e difficili da trovare che, se certificati, possono tranquillamente arrivare ad un valore per nulla indifferente agli occhi degli appassionati.

banconota da 20 euro
POTREBBE INTERESSARTI