Umbria: Campello Alto, tra atmosfere medievali e bellezze del territorio

Date

Umbria: Campello Alto, tra atmosfere medievali e bellezze del territorio

di francesca Spanò |@francynefertiti

Con l’arrivo della primavera la voglia di trascorrere qualche ora all’aria aperta tra splendidi panorami e natura in pieno risveglio, si fa sempre più presente. L’Umbria, a tal proposito, è una di quelle regioni che stupisce sempre e non delude mai, permettendo un ritorno alla normalità dopo un altro duro inverno dovuto alla pandemia. Campello Alto, in provincia di Perugia, è tra le idee vincenti per i primi giorni di sole e temperature miti, tra atmosfere medievali e paesaggi a perdita d’occhio. Da queste parti, infatti, ci si può dedicare a una full immersione nel territorio, con esperienze da insider.

Borgo Campello
Borgo Campello

Campello Alto, un luogo idilliaco e fuori dal tempo

Quasi sospeso, a pochi chilometri da Spoleto e dalle Fonti del Clitunno, sorge su una collina che ne esalta la bellezza cristallizzata nei secoli. Campello Alto è crocevia delle più belle città dell’Umbria (Assisi, Montefalco, Bevagna, Rasiglia, Foligno, Spello, Trevi, Norcia e Cascia). Nella struttura diffusa Relais Borgo Campello, composta dal Castello e dal Convento, si può vivere un’esperienza speciale. Queste dimore risalgono al periodo compreso tra il Mille e il XV secolo. Chi si reca da queste parti può soggiornare tra antiche dimore dei nobili e nelle celle dei monaci. Scegliendo un tipo di soggiorno di questo tipo, ci si immergerà completamente nell’atmosfera del luogo e riscoprirà cosa vuol dire riconnettersi con la natura e con se stessi. Molte le attività che si possono praticare: dai corsi di yoga e meditazione nel bosco carico di ulivi, querce, tigli e ippocastani. Ci si può dedicare alla raccolta degli asparagi e delle erbe selvatiche (o delle olive in autunno) nel prato del monastero. Ancora, si può andare alla caccia al tartufo (la cui cerca e cavatura in Italia è Patrimonio Immateriale dell’UNESCO), fino al barefooting coi percorsi a piedi scalzi per ritrovare l’equilibrio di corpo e mente. Mai dimenticare la buona tavola in una regione che ha fatto del cibo una vera arte. Il ristorante Sapori nel Borgo, che si affaccia sulla valle spoletina da una terrazza con giardino, propone un viaggio tra antichi sapori e ricette del territorio, rivisitate in chiave gourmet, complici l’orto degli odori e le materie prime a km 0. Per gli appassionati del food, tra l’altro, il relais organizza anche corsi di cucina con le eccellenze tipiche come tartufi, salumi e formaggi, cioccolato; i pic-nic con le prelibatezze locali e i corsi di degustazione dell’olio di oliva. E poi c’è il settore benessere che non va trascurato: da non dimenticare le private spa tra le antiche mura, i cui servizi sono stati ampliati per l’estate 2022. Ci si potrà così immergere in un rifugio intimo in cui rigenerarsi, tra la piscina con idromassaggio e lama d’acqua, la sauna, la doccia con cromoterapia e la zona relax con tisaneria. I massaggi relax e i trattamenti estetici, si possono anche fare in coppia e all’aperto, con vista sulla vallata, con la bella stagione.
Prezzi a partire da 90 euro al giorno per camera con prima colazione. Per tutte le info, ecco i contatti:

Relais Borgo Campello
Via del Palazzetto 1, 06042 Campello sul Clitunno (PG)
Tel. +39.328.5986170
E-mail: info@borgocampello.com

Sito web: https://www.borgocampello.com/it/

TRAVELGLOBE @Riproduzione Riservata

Articoli
Correlati