Dreizinnenhütte, 36/2020 © Walter Niedermayr
Walter Niedermayr Dreizinnenhütte, 36/2020 Quadrittico, 211x265 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr

TRANSFORMATIONS

Foto di Walter Niedermayr. Testi di Walter Guadagnini, Claudio Composti e Giangavino Pazzola

Nelle sale principali di CAMERA, si è tenuta Transformations la mostra Walter Niedermayr , mostra personale di Walter Niedermayr (Bolzano, 1952) che, attraverso un focus su un corpo di lavori creati negli ultimi vent’anni della sua carriera, approfondisce il tema dei cambiamenti dello spazio.

Curato da Walter Guadagnini, con la collaborazione di Claudio Composti e Giangavino Pazzola, il percorso espositivo include gli ultimi vent’anni di ricerca artistica di uno fra i più importanti fotografi italiani contemporanei.

 

9_Walter Niedermayr, Spazi Con-sequenziali _ Con-sequential spaces, 238_2007
Walter Niedermayr Spazi Con-sequenziali / Con-sequential spaces, 238/2007 Trittico 104x399 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr

Uno dei principi essenziali sui quali si basa la fotografia di Niedermayr – specifica il direttore di CAMERA Walter Guadagniniè proprio quello del mutamento, da cui il titolo della mostra. Le sue fotografie si fondano, infatti, sulle mutazioni che il paesaggio alpino ha subito e continua a subire e trovano la loro ragion d’essere e la loro identità proprio in questo elemento, nella presenza di qualcuno o qualcosa che ha cambiato, e continua a cambiare, l’elemento naturale.

Attraverso i temi ricorrenti della sua opera come i paesaggi alpini, le architetture e il rapporto fra lo spazio pubblico e lo spazio privato, viene evidenziato l’interesse dell’autore per l’indagine dei luoghi non solo dal punto di vista geografico, ma anche da quello sociale. Sebbene in continuità con l’eredità della tradizione fotografica italiana che vede il paesaggio come primaria chiave interpretativa della società, la ricerca visiva di Niedermayr è rilevante per la capacità di rileggere tale argomento e rinnovarlo sia dal punto di vista concettuale che formale. Per il fotografo altoatesino, infatti, oggi lo spazio fisico non può essere approcciato con un’esclusiva intenzione documentaria, ma appare come perno di una relazione trasformativa tra ecologia, architettura e società. In alcuni lavori della serie Alpine Landschaften (Paesaggi Alpini), ad esempio, la presenza dell’uomo nella raffigurazione di paesaggio è interpretata come un parametro di misurazione delle proporzioni dei panorami alpini, e al tempo stesso come metro politico del suo intervento nella metamorfosi degli equilibri naturali. Discorso che viene rimarcato anche in lavori come Portraits (Ritratti), dove i cannoni sparaneve ripresi durante la stagione estiva – quindi inattivi – diventano ambigue presenze che abitano il paesaggio.

Walter Niedermayr Lech Rüfikopf, 20/2015 Trittico, 131x318 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm, Galerie Johann Widauer Innsbruck © Walter Niedermayr
Walter Niedermayr Moena. Coesistenze / Coexistences, 06/2016 75,1x100 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr

Il suo lavoro fotografico – continua la critica e scrittrice Catherine Grout corrisponde a un’elaborazione che si svolge nel tempo, prevedendo lo studio della storia del luogo, dell’ambiente, condotto prima della presenza in loco. […] Di solito crea le sue opere associando diverse immagini, modificandone il rapporto cromatico, appianando la resa della profondità. Il suo lavoro è quindi un’interpretazione soggettiva e in movimento dall’esito talvolta quasi astratto. In una cinquantina di opere di grande formato, spesso presentate nella formula del dittico e del trittico e caratterizzate da tonalità poco contrastate e neutre, la mostra ci racconta una simultaneità di attività umane e non, che coesistono e trovano un equilibrio instabile in costate mutamento, come evidenzia la serie Raumfolgen (Spazi Con/Sequenze). Siamo lieti di presentare una mostra dai contenuti così rilevanti e articolati – commenta il presidente di CAMERA, Emanuele Chieli – eppure così fluida nell’esperienza di visita

Walter Niedermayr Cavalese. Coesistenze / Coexistences, 03/2017 75,1x100 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr

 in sala: un progetto espositivo adatto a sguardi diversi che siamo sicuri verrà ben accolto dal nostro pubblico. Ancora una volta Fondazione CAMERA conduce un percorso attraverso la contemporaneità fotografica che vuole inserirsi, insieme alle costanti proposte della Project Room, in un più ampio ragionamento sulla realtà e sulle prospettive della fotografia oggi.

Sono esposti in mostra anche due dittici inediti realizzati a seguito di una committenza che ha permesso a Niedermayr di scattare, a inizio anno, nel cantiere di Palazzo Turinetti a Torino che diventerà la quarta sede delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo in Piazza San Carlo. In apertura nei primi mesi del 2022, il museo sarà dedicato prevalentemente a fotografia e videoarte. La presenza di queste immagini racconta nuovamente la collaborazione tra CAMERA e Intesa Sanpaolo – Socio Fondatore e Partner Istituzionale di CAMERA – attraverso la quale nel 2019 è stata realizzata la mostra Nel mirino. L’Italia e il mondo nell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo 1939-1981. La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Silvana Editoriale.

Walter Niedermayr Predazzo. Coesistenze / Coexistences, 06/2016 75,1x100 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
Walter Niedermayr Cavalese. Coesistenze / Coexistences, 03/2017 75,1x100 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr

Walter Niedermayr

Walter Niedermayr (Bolzano, 1952) è un fotografo e artista che con la sua ricerca indaga, a partire dal 1985, il rapporto intenso e ambiguo tra uomo e ambiente. A partire dal 1988 espone le sue opere fotografiche e video in istituzioni pubbliche, musei e gallerie. Il suo lavoro è stato esposto in prestigiosi enti e manifestazioni culturali tra le quali Fotografia Europea di Reggio Emilia (2018), Aut. Architektur und Tirol di Innsbruck (2017), Galéria Mesta Bratislavy di Bratislava (2015), Istituto Italiano di Cultura di Parigi (2012), Fondazione Fotografia di Modena (2011), Museion di Bolzano (2004), Württembergischer Kunstverein di Stoccarda (2003), Centre pour l’image contemporaine di Ginevra (2000), White Cube di Londra (1998), Vorarlberg Museum di Bregenz (1992) e altri numerosi spazi pubblici e privati. La sua ultima serie ideata durante il lockdown del 2020, e commissionata dal Ministero della Cultura, è esposta a Palazzo Barberini a Roma. Le sue opere sono state anche presentate in passato in mostre collettive, tra le quali si ricordano quelle al MAST di Bologna (2017), al MAXXI di Roma (2016), alla Biennale Internazionale di Architettura di Venezia (2014 e 2010), al Fotomuseum di Winterthur (2013), al Museum of Contemporary Art di Tokyo e al Denver Art Museum (2011), a Manifesta7 a Bolzano (2008), al Centre Pompidou di Parigi (2006), al MART di Rovereto (2003) e molti altri. Le opere dell’artista sono conservate in numerose collezioni internazionali, fra le quali MoMa di New York, Tate Modern di Londra, Centre Pompidou di Parigi, MAXXI di Roma, MOCA di Los Angeles, Fondation Cartier di Parigi, Intesa Sanpaolo e UBS Art Collection. Tra il 2011 e il 2014 ha insegnato fotografia artistica presso la Libera Università di Bolzano.

11_Walter Niedermayr, Portrait, 36_2012
Walter Niedermayr Ritratto/Portrait, 36/2012 49,5x39 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
12_Walter Niedermayr, Portrait, 46_2014
Walter Niedermayr Ritratto/Portrait, 46/2014 49,5x39 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
13_Walter Niedermayr, Portrait, 95_2018
Walter Niedermayr Ritratto/Portrait, 95/2018 49,5x39 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
Hintertuxergletscher 23 2004-a 001
Walter Niedermayr Hintertuxergletscher, 23/2004 Dittico, 131x211 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm, Galerie Johann Widauer Innsbruck © Walter Niedermayr

L’attività di CAMERA è realizzata grazie al sostegno di numerose e importanti realtà.
Partner istituzionali: Intesa Sanpaolo, Eni, Lavazza, Magnum Photos; Partner Tecnici: Reale Mutua, Mit, Cws; Mecenati: Mpartners, Synergie Italia; Mecenate e Partner didattica scuole: Tosetti Value; Sponsor Tecnici: Protiviti, Carioca, Dynamix Italia, Reale Mutua Agenzia Torino Castello, Csia, Istituto Vittoria Torino, Le Officine Poligrafiche MCL di Torino.
La programmazione espositiva e culturale è sostenuta dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, oltre a ricevere il patrocinio e il sostegno su specifiche iniziative di Regione Piemonte e Città di Torino.
Un ruolo importante è anche giocato dalla comunità degli “Amici di CAMERA”, privati cittadini che sostengono, anno dopo anno, le attività dell’ente in qualità di benefattori.
Radio Monte Carlo è la radio ufficiale delle mostre.

INFORMAZIONI

CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia Via delle Rosine 18, 10123 – tel. 011 0881151 Torino

Sito
Facebook/ @CameraTorino
Instagram/ @cameratorino

 ©TRAVELGLOBE Riproduzione riservata

Glacier des Bossons 02 2009-a 001
Walter Niedermayr Glacier des Bossons, 02/2009 Trittico, 131x211cm Collezione Alessandro e Flavia Gilardi, Torino Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
10_Walter Niedermayr, Spazio immagine _ Image space, S 299_2013
Walter Niedermayr Spazio immagine / Image space, S 299/2013 Trittico, 104x399 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
2_Walter Niedermayr, Kitzsteinhorn, 33_2015
Walter Niedermayr Kitzsteinhorn, 33/2015 Dittico, 104x265 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
6_Walter Niedermayr, Les Menuires, 08_2013
Walter Niedermayr Les Menuires, 08/2013 Dittico, 104x265 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
Walter Niedermayr Les Deux Alpes, 84/2018 Dittico, 110x171 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
Walter Niedermayr Les Deux Alpes, 84/2018 Dittico, 110x171 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr
8_Walter Niedermayr, Spazi Con-sequenziali _ Con-sequential spaces, 303_2021
Walter Niedermayr Spazi Con-sequenziali / Con-sequential spaces, 303/2021 Dittico 131x211 cm Courtesy Ncontemporary Milano, Galerie Nordenhake Berlin/Stockholm © Walter Niedermayr

©TRAVELGLOBE Riproduzione riservata.

 

Reportage
Correlati