Sai quanto vale un carato di diamante? Ecco la risposta dell’esperto

Pochi elementi in natura sono stati così legati alla purezza estetica ma anche ideale come il diamante, il più duro dei materiali conosciuti in natura concepito dal carbonio che si trova in condizioni “abbastanza rare” sul pianeta ma non così tanto da risultare impossibile, infatti esiste un ampio commercio di diamanti anche se molto spesso questi sono estratti da condizion ia dir poco problematiche dal punto di vista umano. Il diamante è ovviamente anche molto ricercato sul mercato finanziario dove viene “calcolato” nel valore grazie a strumenti come il carato. Ma quanto vale un carato di diamante?

La caratterizzazione non è tutto, in quanto i diamanti non sono ovviamente tutti uguali, esistono numerosi fattori oltre al peso, che definiscono la rarità ed il valore.

A quanto “ammonta” un carato di diamante? Proviamo a scoprirlo nelle prossime righe.

Quanto vale un carato di diamante oggi? Ecco l’analisi dell’esperto

quanto vale un carato di diamante

Ma cos’è effettivamente un diamante? Semplificando parecchio si può definire un diamante una forma di pietra, o minerale che basato sul carbonio come costituzione per una serie di “fortune” e coincidenze risulta avere gli atomi disposti in una specifica sequenza ordinata, nello specifico quando si parla di diamante utilizzato per la gioielleria, questi devono disporsi in modo  tetraedrico.

La purezza è un valore essenziale ma nessun diamante viene estratto così come appare nella nostra immaginazione in quanto viene lavorato in vari step, e questo concepisce una forma di unicità strutturale di ogni singolo diamante.

Esiste la famosa regola delle 4 “C” per evidenziare il grado di valore di un diamante come il taglio, colore, purezza e carati ma a questi vanno oramai ad aggiungersi altri fattori come la forma, ed ovviamente il peso.

Questo porta ad una serie di classificazioni che evidenziano il grado di “qualità” e quindi di rarità di un diamante il cui  peso è espresso in carati (Ct) ed 1 carato corrispondente a circa 0,2 grammi. Il concetto di carato rispetto ad oro e platino si lega al peso e non alla quantità di qualche materiale interno, essendo strutture diverse.

A seconda del grado di purezza, taglio e tutti i fattori evidenziati poc’anzi un diamante da un carato singolo può valere da poco più di 3000 euro fino a superare i 14 mila euro per le varianti più pure dal taglio migliore. Molto dipende ovviamente dall’utilizzo e dalla disposizione nei vari gioielli, le dimensioni non sono sicuramente tutto ma incidono eccome

POTREBBE INTERESSARTI