Cerca
Close this search box.

Ricarica Postepay con Paypal: si, ma sai cosa ti potrebbe capitare?

Postepay e Paypal sono due servizi decisamente diversi ma che operano in maniera quasi parallela in Italia, da una parte il servizio che è divenuto famoso con le diffuse carte prepagate di facile accesso e ricarica, oltre che di utilizzo, e Paypal, che si rinnova continuamente ed è considerata una forma di società legata ai pagamenti digitali ma è anche in grado di costituire un vero e proprio conto. E’ possibile effettuare una ricarica Postepay con Paypal?

Sicuramente questo è possibile ma le ultime regolamentazioni hanno reso il sistema costantemente aggiornato.

Come si può ricaricare la Postepay con Paypal? E quali sono i “rischi”?

Come si fa la Ricarica Postepay con Paypal? Ecco i costi, tempi e rischi

Ricarica Postepay con Paypal

Postepay è un sistema che è nato oramai oltre 20 anni fa da Poste Italiane, e grazie alla prima versione della carta prepagata, seguita poi da molte altre come la Evolution, Poste ha concepito una società “a se” che è ovviamente correlata chiamata proprio Postepay SpA.

PayPal è ovviamente molto più “grande” ma i due servizi sono compatibili essendo Paypal legato al concetto di pagamento proprio su un proprio circuito ma da la possibilità di collegare conti e carte, inclusa la Postepay, che è una carta che sfrutta circuiti Visa o Mastercard, pienamente compatibili con gli standard di sicurezza

Prima di spostare il conto alla Postepay bisogna quindi collegarlo: dopo aver fatto l’accesso sul nostro profilo Paypal dobbiamo selezionare portafoglio” e ”collega una carta”, selezionando la tipologia, dovremo poi inserire le credenziali come il numero e la scadenza oltre che il titolare (che deve essere lo stesso del conto Paypal).

Il processo può portare (ma non è sempre così) una forma di denaro che viene “prelevata” da Paypal per associare la carta, si tratta di un importo pari a 1,50 euro che però viene poi restituito al termine dell’operazione di associazione.

Una volta fatto ciò dobbiamo attendere la conferma del collegamento, poi possiamo ritornare su Portafoglio e Trasferisci denaro, selezionando la nostra carta Postepay.

Il processo può però portare a diversi giorni lavorativi per attuare il trasferimento di denaro, mediamente da 5 a 7 giorni, ed è prevista una commissione di 1 euro per ogni operazione.

E’ possibile però aggirare il tutto effettuando un bonifico dal conto Paypal se abbiamo unicamente però la versione della Postepay con IBAN, ossia la Evolution, in questo modo il costo si riduce così come le tempistiche che sono generalmente legate ai tempi bancari, tra 1 a 3 giorni lavorativi.

POTREBBE INTERESSARTI