Cerca
Close this search box.

Quanto vale l’argento oggi? Ecco la risposta

Considerata la risorsa monetaria numero 2 immediatamente dopo l’oro da vari secoli , l’argento da tempo in realtà ha perso una buona parte del valore finanziario che da sempre lo ha contraddistinto ma quest’ultimo sta gradualmente tornando in auge in modo graduale ma costante negli ultimi anni. Al punto che sta riprendendo quota il tipo di investimento legato a questa risorsa che è ancora utilizzata in modo molto ampio e diversificato. Ma quanto vale l’argento oggi?

Il valore come per altre risorse simili può apparire quasi “fisso” ma non è assolutamente così, ogni evento politico, sociale e soprattutto economico può avere una profonda influenza in tal senso.

A quanto corrisponde oggi il valore dell’argento sia nuovo che usato? Proviamo a scoprirlo.

Sai quanto vale l’argento oggi?

quanto vale l argento

Risorsa considerata simile all’oro per diffusione, applicazione ma anche duttilità e “presenza estetica”, alla base di varie leghe che hanno trovato spazio nella manifattura ma anche nella gioielleria: le leghe di argento sono considerate molto duttili ed in generale la risorsa che si trova in particolare in sezioni molto specifiche del globo riesce ad essere molto influente anche in ambiti molto specifici come nella medicina, nell’industria di precisione ma anche nell’elettronica, solo per citare alcuni esempi.

E’ anche uno dei migliori conduttori di energia in assoluto, molto migliore del rame ed appena meno dell’oro, dal punto di vista finanziario viene considerato molto importante nelle economie: l’argento viene ovviamente ricavato dalle miniere e lavorato assieme ad altri metalli per essere reso “utile” altrimenti questo risulta effettivamente troppo fragile.

Nel corso degli ultimi 15-20 anni l’argento ha trovato nuove applicazioni essendo anche molto più disponibile dell’oro, quindi slegandosi dal concetto di rarità assoluta: oggi un kg di argento “economico” ossia quello impiegato in borsa e nei grossi investimenti vale mediamente 85 centesimi di euro al grammo, il che ovviamente porta un kg a valere circa 850 euro.

Il discorso cambia per l’argento usato, che può essere quello più comune per i gioielli ossia la variante 925 che “viaggia” su prezzi tra i 60 ed i 65 centesimi di euro al grammo oppure la variante 800 che essendo ancora meno pura si attesta oggi sui 55-58 centesimi al grammo.

L’argento resta una forma di risorsa relativamente stabile rispetto ad altri materiali ma resta comunque come detto qualcosa di “elastico” nel valore effettivo, si registra infatti un sensibile ma graduale aumento che viene rispecchiato da una valutazione che porta ad un incremento di circa il 30 % del valore rispetto ai primi anni 2000.

POTREBBE INTERESSARTI