Cerca
Close this search box.

Quanta frutta può mangiare un diabetico? Ecco la risposta

La frutta è un alimento basilare in ogni dieta e quindi è importante assumere una quantità ogni giorno per avere un giusto ed equilibrato apporto nutrizionale. Quando sentiamo parlare di linee guide per l’alimentazione si consiglia di assumere almeno tre frutti al giorno. ma quanta frutta può magiare un diabetico?

Sappiamo che la frutta è tendenzialmente zuccherina perché contiene il fruttosio e quindi è importante andare a chiarire quanta frutta può mangiare un diabetico. La frutta, ad ogni modo, non deve mai mancare nell’ alimentazione di una persona affetta da diabete, ma è importante chiarire quanta e quale frutta può mangiare un diabetico. Vediamo qui quali sono i frutti con un più basso indice glicemico.

quanta frutta può mangiare un diabetico

Quanta frutta può mangiare un diabetico: ecco i consigli dell’esperto

La frutta non è tutta uguale, ci sono varie tipologie di frutti e tutti con diversi apporti nutrizionali. I frutti più adatti ai diabetici sono quelli con un basso indice glicemico che sono poi ricchi di fibre e di antiossidanti.

I diabetici producono troppa insulina, che è l’ ormone che regola l’assimilazione del glucosio. Per tale ragione il livello di zuccheri nel sangue, o meglio la glicemia, tende ad alzarsi, ed il troppo glucosio in circolo nel sangue può causare diversi problemi e disturbi di varia natura. Le persone che sono affette da diabete devono preferire i frutti che hanno un basso indice glicemico. Un’altra caratteristica è che i frutti da loro scelti devono essere ricchi di fibre.

Tra i frutti più consigliati per i diabetici ci sono:

  • la pera, che è quella con un indice glicemico più basso
  • la mela
  • le arance
  • l’ uva
  • le prugne
  • le pesche
  • le albicocche
  • le banane

I diabeti non possono evitare di mangiare la frutta, e ci sono frutti adatti da tutte le stagioni. Inoltre anche la frutta secca come noci, nocciole, mandorle sono fonte di preziose di nutrienti, ma vanno assunti con moderazione. La dosa non deve superare i 30 grammi al giorno.

Ci sono però anche una serie di frutti che in linea generale non sono consigliabili da assumere per chi soffre di diabete. In particolare tra i frutti meno consigliati ci sono i cachi, i fichi che fanno un carico glicemico molto alto. Quindi questi frutti potrebbero determinare un consistente aumento del livello di zuccheri nel sangue.

POTREBBE INTERESSARTI