image_pdfimage_print

Nouvelle-Aquitaine, La Rochelle-Île de Ré: autentica finestra sull’Oceano

Date

Nouvelle-Aquitaine, La Rochelle-Île de Ré: autentica finestra sull’Oceano

di Redazione in collaborazione con Nouvelle-Aquitaine

La Rochelle è una delle più belle città del litorale. Il suo porto turistico, con oltre 5.000 posti barca, è il più grande della costa atlantica, ma la sua bellezza si scopre soprattutto passeggiando sotto i portici. 

Chiamata La Ville Blanche, la città bianca, dai suoi abitanti vanta edifici che hanno mantenuto il candore esterno, tipico della zona. 

La storia di La Rochelle affonda le radici nell’Alto Medioevo, quando gli antichi villaggi di cultura galloromanza si unirono a formare un porto per pescare e commerciare, che poi diventò presto un importante snodo mercantile, frequentato dai Cavalieri Templari: i leggendari cavalieri del tempio di Gerusalemme, infatti, per secoli utilizzarono La Rochelle come avamposto atlantico. 

La Rochelle da vedere 

Le sue imponenti torri testimoniano ancora oggi l’importanza strategica di questo luogo nel passato: simbolo stesso della città, si trovano sul lungomare ed è possibile visitarle. 

La Torre della Lanterna è la più famosa e vanta un raffinato stile gotico con guglie e decorazioni: è stata un faro e poi prigione. La Torre della Catena porta invece questo nome perché alla sua base veniva issata una immensa catena, che aveva il compito di impedire alle imbarcazioni nemiche di raggiungere il porto.

La Torre della Catena, insieme a quella di Saint-Nicolas, sorveglia il Porto Vecchio: un dedalo di stradine che ha ispirato molti artisti. Non lontano dal Porto Vecchio, l’acquario di La Rochelle dove gli appassionati del mondo sottomarino potranno ammirare flora e fauna dei mari e degli oceani di tutto il mondo.

Da vedere il Municipio, inoltre, edificio in stile rinascimentale con un muro di cinta gotico e il Museo del Nuovo Mondo: uno spazio dedicato alla storia dei rapporti fra La Rochelle e le Americhe.

Per rilassarsi, infine, non c’è niente di meglio di una pausa sulle belle spiagge circostanti.

Plage des Gollandières, Île de Ré. ©ANGLADA-CRTNA

Curiosità su La Rochelle

Nel mese di maggio viene organizzata la Settimana Internazionale della Vela, una delle più antiche e frequentate manifestazioni nautiche di Francia, caratterizzata dal raduno di centinaia di imbarcazioni a vela; il più tradizionale degli appuntamenti è la sfilata delle barche attorno all’Île de Ré. A fine giugno, inoltre, migliaia di visitatori affollano il Festival Internazionale del Cinema, secondo per numero di presenze dopo il festival di Cannes: una rassegna priva di giuria, che non ha mai assegnato premi.

Infine, sapevi che il cardinale Richelieu comandò le truppe assedianti a La Rochelle nel 1627-1628? Su La Chambre Bleue trovi qualche interessante informazione su di lui. 

Un po’ di shopping

  • Ritrovare la brezza marina in un sapone. Volendo creare saponi atlantici, riconoscibili per il loro odore e attraverso i loro costituenti, il saponificio Bertaud ha ideato un sapone a base di olio di canapa di Thézac. Lo trovi al 19 di rue Pas du Minage, La Rochelle.  Sito web: www.savonnerie-bertaud.com
  • La seconda vita degli oggetti. Fabrice Chupeau è uno scultore che ama riciclare materiali come acciaio e legno raccolto sulla costa, per creare pezzi unici di ispirazione marina. Un mostra permanente è visitabile presso l’hotel Yatchman, 23 quai Valin a La Rochelle.

Île de Ré: affascinante e incantata 

Situata fra due stretti, il Pertuis Breton e il Pertuis d’Antioche, l’Île de Ré è un insieme di elementi naturali tutti da vivere: saline, pinete, vigneti, dune di sabbia, spiagge. È collegata a La Rochelle da un ponte di 2,9 chilometri ed è famosa per i coloratissimi fiori di malvarosa e le basse case bianche con persiane verdi o blu.

Ha una superficie di 8.532 ettari, l’Île de Ré, ed è attraversata da numerose piste ciclabili che permettono di scoprire villaggi, saline e spiagge: facile da visitare in tutta tranquillità. La bicicletta, infatti, è un must se si desidera esplorare questa bella isola dal cielo azzurro, che si estende per oltre 30 km tra terra, mare e cielo.

Il capoluogo dell’isola, Saint-Martin-de-Ré, ha fortificazioni del XVII secolo e un delizioso porto che invita a indugiare ammirando le imbarcazioni o godendosi semplicemente la vista del mare. Per scoprire la storia del luogo, invece, basta raggiungere palazzo Clerjotte, dove il Museo Ernest-Cognacq ripercorre gli eventi salienti.

La Flotte, Ars-en-Ré, La Couarde-sur-Mer, Rivedoux-Plage e Le Bois-Plage-en-Ré sono villaggi tradizionali che offrono belle spiagge, dove fare un tuffo in mare.

Gli ampi paesaggi marini aspettano solo di essere esplorati, sia che si desideri scoprire uno dei tre centri di talassoterapia, sia che si voglia semplicemente trascorrere una giornata in totale libertà, abbracciati dal sole e dal sale. 

Qualche indirizzo chic

  • Aperitivo con i piedi nella sabbia. Con le sue alte palme, gli ombrelloni di paglia e i tavoli di legno, La Cible situato sulla spiaggia di Saint-Martin-de-Ré, offre aria di vacanza tutto l’anno. Qui, dalle 18, ci si può godere un aperitivo  a base di affettati, formaggi, caviale di Cognac e Maki di tonno. Dalle 22:30, invece, tutte le sere d’estate, il venerdì e il sabato nel resto dell’anno, il DJ garantisce l’intrattenimento musicale della serata.
  • Relax sensoriale. Massaggio con pietre calde o oli essenziali, esfoliazione con sale marino e bagno turco sono solo alcuni dei servizi offerti dalla Spa dell’hotel Clos Saint Martin. Ogni giorno, dalle 10 alle 19, lo spazio dedicato ai trattamenti Clarins è aperto sia agli ospiti dell’hotel che ai visitatori esterni.
  • Le virtù del sale. Calma alcuni dolori. rilassa i muscoli e favorisce la circolazione. Sull’Ile de Ré, Pascal Dhaene ha quindi avuto l’idea di combinare ai sali da bagno oli essenziali biologici di piante come pino, cipresso, arnica, arancia dolce, eucalipto e lavanda. Li trovi in vendita al mercato di Bois-Plage-en-Ré, tutte le mattine fino al 30 settembre.

CLICCARE SULLE SINGOLE FOTO PER INGRANDIRLE

Info: Nouvelle-Aquitaine | Agenzia per lo sviluppo del turismo francese | #ExploreFrance

 

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati