Cerca
Close this search box.
Le isole più belle della Thailandia da visitare in inverno

DatA

Le isole più belle della Thailandia da visitare in inverno

Ko-Lanta-Phi-phi-Island-Krabi-ProvinceThailand

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Ombrellini colorati, shopping con prodotti artigianali a basso prezzo, spiagge assolate, panorami da cartolina tanto belli da sembrare finti e quel tocco orientale che passa dal cibo e dall’architettura e scalda il cuore. La Thailandia si può visitare tutto l’anno cercando in giro per il Paese del Sorriso il clima giusto a seconda dei mesi. Per una fuga d’inverno dopo aver parlato di un tour d’estate, ad esempio, le mete sono differenti rispetto a chi preferisce volare dall’altro capo del mondo quando da noi è estate.

Nella stagione fredda in terra tai

Natura, mare e sole si possono trovare in qualunque momento da queste parti, ma è fondamentale organizzarsi e trovare la location più adatta. I posti giusti, in inverno, sono questi:

  • Costa delle Andamane: è la parte migliore visto che è secca e le precipitazioni sono al minimo, quando da noi fa freddo. Vi si può arrivare facilmente dall’aeroporto di Krabi o da Phuket.
  • Koh Lanta: si trova a qualche ora di distanza da Phi Phi Island ed è perfetta dalle famiglie. In più, non è stata ancora invasa dal turismo di massa. Ci si può dedicare al diving, al dolce far niente o alle lunghe passeggiate, specie su Long Beach tra locali alla moda. Si tratta di un’ottima base pure per il trekking e per il campeggio e per chi volesse dedicarsi alle immersioni ottimi punti di riferimento sono Koh Haa, Hin Muang e Hin Daeng. Ancora, da visitare sono Koh Ngai , Koh Muck, Koh Kradan, Koh Libong, Koh Lao Liang, Koh Ra Wi, Koh Adang e la modaiola Koh Lipe. Ancora, curiosa resta Koh Boulogne, divisa tra panorami collinosi e camere a buon prezzo.
  • Koh Kradan: ha una forma che ricorda una tavola da surf e si trova proprio nel Mare delle Andamane, all’interno del parco nazionale Hat Chao Mai.
  • Koh Phra Thong: al confine con la Birmania, è l’area preferita dalle tartarughe per nidificare da novembre a gennaio, tra praterie e mangrovie.
  • Koh Mak: palme di cocco e spiagge paradisiache qui sono l’immagine perfetta del relax. E per chi ama scoprire il luogo, si possono visitare i villaggi dei pescatori.
  • Ko Kut: sabbia bianca e resort a cinque stelle, fanno di questo posto un angolo di sogno turisticamente interessante.
  • Koh Phayam: foresta tropicale e sabbia, un mix perfetto per una zona a lungo inesplorata spesso paragonata all’isola di Samui.
  • Koh Tarutao: un tempo fu utilizzata dai pirati come prigione per oltre 3mila thailandesi in esilio e fa parte del Tarutao National Marine Park. In gran parte è giungla e per questo particolarmente affascinante.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

Articoli
Correlati