Cerca
Close this search box.

Lavare a vapore è davvero una buona idea? Ecco le superfici da evitare

Molti non lo sanno, ma uno dei modi più efficienti ed ecologici per rimuovere lo sporco è lavare a vapore. Anche se il vapore non è altro che normale acqua portata ad ebollizione, è la manierapiù naturale per rimuovere batteri e germi senza l’utilizzo di prodotti chimici. Benché però la pulizia a vapore porti con sé molteplici vantaggi legati, in primo luogo, alla misura di strumenti da impiegare a questo tipo di lavaggio sono anche legati cosa da evitare. Vediamo prima come si attua una pulizia a vapore.

Lavare a vapore è davvero una buona idea? Ecco le superfici da evitare

Basterà usare un semplice generatore di vapore per lavare in maniera accurata senza dover ripassare più volte. Via pertanto stracci, mocio, spugne e specialmente detersivi, difatti per la pulizia a vapore non serve l’impiego di prodotti chimici; un grande beneficio anche per l’ambiente. Anche la misura d’acqua sarà certamente minore di quella messa nell’impiego di secchi e stracci. Per di più, l’acqua bollente è l’arma migliore per togliere grasso e sporco e specialmente per eliminare tutti i batteri.

L’ambiente sarà sempre pulito, igienizzato e sano. Per riuscire poi a risparmiare molto tempo è bene utilizzare prima una scopa o un’aspirapolvere per rimuovere lo sporco più manifesto, dopodiché si potrà utilizzare il vapore per togliere ogni resto di sporcizia e igienizzare l’ambiente. Un ottimo consiglio è poi anche pulire molto spesso il filtro dello strumento a vapore che si va ad impiegare, così da poter affinare non soltanto la pulizia delle superfici trattate, ma anche l’efficacia dello strumento a vapore.

Come detto prima però, oltre ai molteplici vantaggi della pulizia a vapore, troviamo anche pochi errori da evitare. Qualunqueerogatore di vapore difatti, che sia una scopa, un vaporetto o altro, va impiegato nella maniera giusta per avere poi il risultato sperato. La prima cosa da fare nel momento in cui si pulisce a vapore è avere tanta attenzione alle temperature delle aree che si vanno a pulire. Difatti, pulendo a vapore una finestra o un vetro parecchiofreddi si ha il pericolo di romperli per via dello sbalzo termico.

Un altro errore che quasi sempre si fa, è pulire a vapore superfici dipinte, in cera o legno. Sono materiali parecchio leggere e il contatto con l’acqua bollente li rovina, di conseguenza è consigliabile evitare. Ecco pertanto quali superfici evitare con il lavaggio a vapore così da salvaguardare quelle zone della casa che credevate di poter ripulire con tale grande metodo di pulizia.

POTREBBE INTERESSARTI