La Festa per la Fioritura dei Ciliegi in Giappone nel 2020 non ci sarà: ecco perché

DatA

La Festa per la Fioritura dei Ciliegi in Giappone nel 2020 non ci sarà: ecco perché

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Una tradizione che quest’anno subirà un inaspettato stop, quella della Festa per la fioritura dei ciliegi in Giappone. Un evento super amato e sempre attesissimo, ma cosa è successo nello specifico? Perché, dopo 67 anni, ad aprile le cose cambieranno? Del programma se ne è occupato sempre il governo con fondi pubblici, scegliendo come location il Shinjuku Gyoen National Garden di Tokyo e lo scopo era duplice: ammirare lo spettacolo fiorito e celebrare i cittadini che nell’anno precedente erano riusciti a distinguersi per il loro operato. Stavolta, però, la gestione della kermesse da parte del Primo Ministro Shinzo Abe ha creato una serie di polemiche e, alla fine, si è deciso di annullare l’evento. I malumori sono sorti perché l’impressione è stata che l’appuntamento fisso fosse diventato un modo per fare propaganda politica e personale. Le spese, inoltre, sembravano essere raddoppiate con inviti a personaggi molto vicini al ministro stesso.

La festa dei fiori di ciliegio e la delusione del mondo intero

Se non arriveranno ulteriori novità, dunque, il prossimo anno nessuna festa per ammirare i ciliegi in Giappone è in calendario, ma ciò non toglie che i turisti potranno comunque passeggiare tra meravigliosi viali alberati e osservare immense chiome rosa. Se la sospensione del 2020 sia momentanea o definitiva è presto per dirlo, ma al di là delle liti degli essere umani è la natura a vincere sempre e, comunque andrà, i ciliegi non smetteranno di dare spettacolo per tutti.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati

SEI PRONTO AD ANDARE OLTRE?

Abbonati a TravelglobeOLTRE e accedi ai nostri contenuti speciali: contest fotografici, monografie, interviste e approfondimenti.