image_pdfimage_print

Stornara: la Puglia si reinventa grazie alla Street Art

Date

Stornara: la Puglia si reinventa grazie alla Street Art

di Federica Giuliani | Instagram

Stornara, piccolo borgo pugliese situato tra Foggia e Cerignola, dal 2018 è teatro del festival Stramurales, evento dedicato alla street art. 

Organizzato dall’associazione Stornara Life è nato con l’obiettivo di portare arte in luoghi pressoché sconosciuti. Il borgo, infatti, con i suoi 6mila abitanti è sempre stato  votato all’agricoltura e non al turismo. 

Oggi, però, con i suoi 77 murales è meta di curiosi e appassionati che nel paesino possono fare un vero e proprio viaggio tra i diversi stili dell’arte urbana. L’itinerario completo, che occupa circa due ore, permette di ammirare le opere di famosi artisti italiani e internazionali come Moby Dick ,Gods in Love, Toni Espinar, Dimitris Taxis e Bastardilla, per citarne solo alcuni.

Pian piano l’Amministrazione Comunale sta anche provvedendo a illuminare tutte le opere in modo da permettere dei tour anche dopo il tramonto.

In Italia non mancano esempi simili, basti pensare a Diamante in Calabria, ma anche Orgosolo e Mamoiada in Sardegna. 

Abbiamo però contattato Giancarla de Marco, dell’associazione Stornara Life, per capire meglio gli effetti di questa nuova popolarità

Quale impatto hanno i murales sul paese?

Attraverso i murales Stornara sta cambiando pian piano il suo aspetto e soprattutto sta diventando una città degna di essere visita. Non solo arrivano classi di studenti anche da fuori provincia ma arrivano turisti da ogni parte della Puglia e d’Italia per visitare i nostri murales. Stornara è un paese a tradizione soprattutto agricola e mai si erano visti turisti . Covid permettendo, arrivano visitatori organizzati in gruppi o coppie, e non solo gli amanti della street art. Grazie alla pubblicità che ci hanno fatto il FAI e il TG1 della Rai, Stornara è conosciuta ovunque come una delle città con più opere per abitante e di sicuro la capitale della street art pugliese.

Abbiamo un hotel e diversi B&B e sta nascendo proprio in questi giorni un ristorante che avrà un’insegna per ricordare i murales di Stornara.  Abbiamo convenzioni con bar e con ristoranti e B&B e sempre più ne stiamo cercando. La scommessa di noi organizzatori del festival era ed è proprio quella di far della nostra Stornara una Città d’arte . Non è facile, per chi non è mai stato abituato, entrare in questa mentalità ma sempre più stiamo cercando di far capire la valenza di questo evento e sempre più appare evidente anche agli occhi dei più scettici.

Sono previste visite guidate dei murales?

Abbiamo una piantina on line con tutti i 77 murales reperibile sulla pagina Facebook Stramurales, Oppure si possono fare  visite guidate visto che ci avvaliamo di operatori turistici abilitati. La nostra sede su corso Ettore Fieramosca 4 di Stornara (FG) è aperta per qualunque informazione e chi verrà troverà la disponibilità di noi organizzatori. La fortuna del nostro paese è di non essere molto grande e quindi si ha la possibilità di vedere opere di artisti internazionali in un vero e proprio museo a cielo aperto visitabile in poco più di 2 ore. Inoltre molti murales sono già stati illuminati e permettono una visita che si può protrarre fin oltre il tramonto.

Avete già le date dell’edizione 2022 di Stramurales?

Sì stiamo già pensando alla prossima edizione di Stramurales, che si svolgerà ad agosto anche se è un po’ prematuro stabilire le date esatte. Di solito avviene le prime due settimane del mese. Attraverso i social e vari comunicati stampa faremo sapere appena possibile il programma e gli artisti di Stramurales 2022.

Info: www.stornaralife.it

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati