I COLLAGE DI PETRA ZEHNER

Petra Zehner © Senza titolo #13
Petra Zehner © Senza titolo #13

I COLLAGE DI PETRA ZEHNER

Testo di Petra Zehner. Intervista e traduzioni Federico Klausner

Ciao Petra, come è iniziata la tua avventura artistica?

I due amori della mia vita sono la letteratura e l’arte, e inizialmente ho studiato letteratura e linguistica in Germania. Ma vivo all’estero da più di quindici anni, quindi nel tempo la mia attenzione si è spostata sempre più sull’arte,  in quanto è indipendente dalla lingua del Paese in cui vivo. Tecnicamente sono anche una graphic designer, ma ho la fortuna di lavorare come illustratore e grafico in questi giorni. Chissà cosa c’è dopo, però?

Petra Zehner© In alto dai cieli
Petra Zehner© In alto dai cieli
Petra Zehner©. Castelli di sabbia
Petra Zehner©. Castelli di sabbia

Da quanto tempo ti dedichi ai collage?

Ho riscoperto il collage circa cinque o sei anni fa. Come molte persone, mi ero dilettato quando ero molto più giovane, ma poi mi sono fermata, perché a quel tempo non pensavo che fosse una forma d’arte abbastanza seria. Grazie a Dio sono cresciuta un po’ di più. 

Come ci sei arrivata e perché?

Come ho detto, sono tecnicamente, tra le altre cose, una graphic designer, il che può essere piuttosto noioso e molto meno creativo di quanto sembri. Ho sempre scattato molte foto da soloa e ho fatto fotoritocco per i clienti; quindi, durante un periodo di noia acuta ho iniziato a giocare con il collage digitale. È stata un po’ un’epifania e non ho guardato indietro. È la forma d’arte che, almeno al momento, mi permette di fare ed esprimere tutte le cose che voglio. 

Petra Zehner© Senza titolo #14
Petra Zehner© Senza titolo #14

Che si tratti di collage che rappresentano persone, oggetti o paesaggi, una cosa che spicca è che manca l’azzurro del cielo, sostituito dal beige. C’è un significato?

Sto combinando le fotografie con la carta, spesso carta vecchia da cui il beige, e anche se alla fine è tutto digitale e il più delle volte visto su uno schermo che stampato su carta reale, l’idea è di sfidare il contesto. Ci sono diverse angolazioni in questo. Viviamo in un mondo visivamente saturo, circondato e bombardato da immagini che non possiamo controllare. E anche se non prestiamo più attenzione alla maggior parte di esso, o pensiamo di non farlo, ci influenza ancora. Portando le cose fuori dal loro contesto normale e previsto, mescolando materiali digitali e analogici o combinando immagini di diversi periodi di tempo, spero di impedire alle persone di pensare a ciò che vedono e di rendere il processo effettivo di guardare qualcosa di più consapevole e deliberato di nuovo. Spesso sto anche semplicemente declutterando le immagini. Come ho detto, c’è troppo da fare, ovunque, tutto il tempo; quindi, chiudiamo le cose per non essere sopraffatti. Spero che il mio approccio meno è più interrompa un po ‘questo. 

Petra Zehner © Senza titolo #3

Nei tuoi collage c’è qualcosa di misterioso e metafisico. Chi sono gli artisti che ti hanno ispirato?

Temo che non ci siano singoli artisti che posso o voglio indicare. La mia ispirazione per soggetti o idee viene più dalla scrittura e dai libri che leggo che dagli artisti visivi. Questi ultimi sicuramente ispirano il mio stile e le tecniche che sto usando, ma anche questo è difficile da restringere molto di più. 

Petra Zehner© Traffico attraverso la città
Petra Zehner© Traffico attraverso la città

Un altro aspetto dei tuoi lavori è una sorta di minimalismo: tendi a inserire pochi elementi. Perché questa scelta?

Come ho detto prima, credo fermamente nel meno è di più. Il minimalismo ha più impatto. È anche più difficile da fare, e mi piace. Il mio processo di lavoro segue spesso una curva a campana. Aggiungo elementi visivi fino a un certo punto e poi ne tolgo di nuovo la maggior parte fino ad arrivare a una composizione che fa quello che voglio che faccia.

Quale sarà lo sviluppo futuro del tuo lavoro? Cos’altro hai in mente?

Mi piacerebbe creare più libri d’arte. Non solo cataloghi di lavori creati per altri progetti ma storie vere e proprie raccontate in immagini. Ho alcune idee, ma sono le prime fasi.


Petra Zehner © Tutto intorno alla torre di avvistamento


Petra Zehner © Sicilia #03


Petra Zehner © Sicilia #01

Cliccare sulle immagini per ingrandirle


Petra Zehner © Sicilia #02


Petra Zehner © Senza titolo


Petra Zehner © Senza titolo


Petra Zehner © Senza titolo

Mi chiamo Petra Zehner. Sono un artista grafico, illustratore e scrittore della Germania dell’Est Ovest che attualmente vive in Francia.

Dopo aver studiato letteratura e linguistica a Berlino, graphic design a Londra e dopo molti anni di vita piuttosto nomade – saltando avanti e indietro tra Regno Unito, Germania, Francia, Singapore e Malesia – ora lavoro e vivo a Parigi.

Sono la fondatrice e la direttrice creativa di Paris Collage Collective.

Sono aperta a collaborazioni e disponibile per tutti i tipi di progetti di illustrazioni editoriali, cartacee o online, on/off o a lungo termine.

Petra Zenher © Impachettato

©TRAVELGLOBE Riproduzione riservata

Reportage

Correlati

POTREBBE INTERESSARTI