Grecia: Delos, innamorarsi dell’isola di Apollo

DatA

Grecia: Delos, innamorarsi dell’isola di Apollo

di Francesca Spanò | @francynefertiti

La storia di Delos è profondamente legata al mito: oggi è in gran parte disabitata, ma il suo fascino è quasi del tutto connesso al parco archeologico che ne circonda il perimetro. In passato il suo potere è stato religioso, grazie alla presenza del santuario dedicato ad Apollo, ma tra l’VIII e il IV secolo a.C anche l’economia raggiunse il suo massimo splendore e di questo luogo si sentì parlare ben oltre i suoi confini. Chiunque ha sentito narrare, inoltre, del famoso oracolo e Delos era un vero e proprio angolo di pellegrinaggio dove si andava per chiedergli consiglio, ma anche per onorare il dio del sole e per partecipare alle celebrazioni in suo onore. Queste ultime si tenevano ogni anno ed erano dette Feste Delie. I cittadini le attendevano con trepidazione perché era il momento in cui si svolgevano gare sportive e spettacoli musicali e teatrali.

La storia di Delos

In molti, inoltre, hanno letto nei libri di storia della famosa lega di Delo, la confederazione marittima di Atene con le poleis dell’Attica. Era il periodo della fase conclusiva delle guerre dei Greci contro i Persiani, intorno al 478-477 a.C e qui si custodiva il tesoro, i tanti tributi versati dalle città alleate. Primato che decadde quando nel 454 a.C Pericle non lo fece trasportare ad Atene, nell’Acropoli. Nel 426 a.C, invece, Delos fu “purificata” dagli Ateniesi, quando nel corso della Guerra del Peloponneso, scoppiò un’epidemia di peste. Questo castigo divino fu proprio attribuito all’isola e ogni tomba venne aperta e i resti trasportati altrove. Una decisione che ebbe pesanti ripercussioni, tanto che fu deciso che su questo tratto di terra emersa non dovevano più esserci nascite o morti. Il travagliato passato dell’isola sacra proseguì negli anni successivi, tanto che nel 422 a.C gli abitanti erano stati tutti esiliati e si lavorava alla costruzione del Tempio dedicato al dio del Sole. Nel III secolo a.C divenne indipendente e cominciò i suoi commerci con l’Oriente. Oggi l’antica città è una delle meglio conservate di tutta la Grecia.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Articoli
Correlati

SEI PRONTO AD ANDARE OLTRE?

Abbonati a TravelglobeOLTRE e accedi ai nostri contenuti speciali: contest fotografici, monografie, interviste e approfondimenti.