image_pdfimage_print

Giappone da vivere all’aria aperta: autunno e foliage a Tokyo

Date

Giappone da vivere all’aria aperta: autunno e foliage a Tokyo

di Francesca Spanò |@francynefertiti

Il Giappone è pronto a riaprire le frontiere ai turisti, senza richiesta di visto, dopo gli anni di stop dovuti alla pandemia da Covid-19. Un Paese dalle tradizioni affascinanti e dalla natura sorprendente quello del Sol Levante, che proprio in autunno mette in scena uno dei suoi spettacoli più incredibili. Se in primavera, infatti, l’area di Tokyo è nota per la fioritura dei ciliegi, non tutti sanno che questo è il momento giusto per dedicarsi a un tour en plein air alla ricerca di foglie colorate che salutano la stagione fredda con le loro particolari gradazioni cromatiche.

foliage

Tokyo, la metropoli che cambia veste

La città è nota per la sua capacità di adattarsi e restare splendida in ogni periodo dell’anno. Adesso, con il clima ancora mite, ci si può dedicare a lunghe passeggiate all’aria aperta e godersi l’autunno e le sue suggestioni. Un’idea può essere quella di perdersi nella natura di Hinohara-mura, un villaggio nella parte ovest della capitale, della Valle Akigawa ad Akiruno o del Parco Inokashira a Kichioji.

Tour alla ricerca del foliage autunnale

Hinohara-mura, sorge a meno di due ore dal centro ed è un villaggio situato tra le cittadine di Okutama e di Akiruno, nella parte occidentale della metropoli, al limitare del Parco Nazionale Chichibu-Tamakai. Si tratta dell’unico agglomerato di case del suo genere nell’area cittadina, con splendidi panorami in tutte e quattro le stagioni e il suo foliage autunnale rende la pratica dello shinrinyoku, “bagno nella foresta”, ancora più suggestiva. Inoltre, i vari percorsi per il trekking e le terme di Kazuma no-yu fanno di Hinohara una meta ideale per un’escursione con andata e ritorno a Tokyo in giornata. La regione gode di una lunga e interessante storia, perché per diversi secoli, è stata protagonista del culto ascetico della montagna, in particolare sul monte Mitake. Quest’ultimo si incontra anch’esso nel Parco Nazionale Chichibu-Tamakai ed è accessibile con la funivia Mitake Tozan. A 20-30 minuti dalla stazione di arrivo della funivia, c’è il santuario shinto Musashi Mitake. Da lì iniziano diversi sentieri che portano alla cima e alle valli vicine, con percorsi suggestivi tra le foglie colorate dei boschi e lungo le rocce ricoperte di muschio del ruscello che attraversa la valle di Mitake.

foliage tokyo

Tra luoghi incantati e meraviglie

Altro angolo di paradiso del Parco Nazionale è la Valle Akigawa, le cui pendici verdeggianti garantiscono panorami mozzafiato tutto l’anno, ma sono particolarmente apprezzate per il koyo, la contemplazione delle foglie autunnali, tra fine novembre e inizio dicembre. Se cercate un punto panoramico per le foto, il posto giusto è il ponte Ishibune, che si estende per 96 metri sopra fiume Aki. Chi sogna una full immersion nella natura, invece, ma non vuole allontanarsi troppo dal centro di Tokyo, il posto giusto è il Parco Inokashira che sorge a Kichijoji, ricca di verde e a solo mezz’ora di treno sia da Shinjuku che da Shibuya. Nel parco spiccano il santuario Benten, dal caratteristico colore rosso acceso, e il laghetto Inokashira, dove è possibile noleggiare una barca a remi. Il momento migliore per godere del foliage e di un immenso spazio di verde è a fine novembre, ma all’interno del parco ci sono anche uno zoo, un acquario e il Ghibli Museum, dedicato al produttore dei film d’animazione più amati in Giappone e nel mondo.

TRAVELGLOBE Riproduzione Riservata

Articoli
Correlati