Friburgo e il sapore della vita

DatA

Friburgo e il sapore della vita

di Redazione | Instagram

Avveniristica città ecologica, Friburgo è fatta vicoli, canaletti, mercati e ottimi prodotti da assaggiare. Scopri questa cittadina dinamica e cosmopolita, situata ai margini della Foresta Nera grazie a cui gode di un piacevole e mite clima tutto l’anno.

Una passeggiata tra i Bächle, i ruscelli

I tanti canaletti, fatti di acqua bassa e limpida, che animano Friburgo sono alimentati dal fiume Dresiam e scorrono tra i vicoli del centro storico. Già nel XII secolo, all’epoca della fondazione della città, i canali garantivano l’apporto di acqua potabile, acqua industriale e acqua per spegnere gli incendi. Oggi, i Bächle fanno da sfondo alle storie di molti romanzi gialli, servono per le corse delle barchette e sono una piacevole fonte rinfrescante in estate. Ma gli irriducibili single dovranno fare attenzione: si dice infatti che chi dovesse accidentalmente caderci dentro è destinato a sposare qualcuno del posto.

Una mattina al mercato

Al Münstermarkt, il mercato sulla Piazza della Cattedrale, si respira una costante atmosfera di vacanza. Si può fare colazione in dei tanti caffè e poi concedersi il tempo per esplorare le bancarelle di prodotti regionali, prima di visitare la Cattedrale, simbolo di Friburgo.

Nella Markthalle, mercato coperto, si può fare un vero e proprio viaggio gastronomico scegliendo tra piatti internazionale e delizie locali. Se da fuori lo storico edificio in arenaria risulta un po’ freddo e austero, all’interno regnano luce e modernità: in questo edificio, fino al 1987, si stampava il giornale di Friburgo, mentre oggi vi si ritrovano affamati lavoratori e curiosi buongustai.

Infine, chi è in cerca di locali più alla moda deve andare nel Bermuda Dreieck, il Triangolo delle Bermuda, dove trovare bar e ristoranti trendy situato intorno alla Martinstor, la Porta di San Martino.

Lange Rote: il simbolo gastronomico di Friburgo

Rossa e cotta alla brace, non è una salsiccia qualsiasi. Misura ben 35 centimetri ed è una vera istituzione in città. La sua nascita risale al 1949, quando il panettiere Josef Föhrenbach iniziò a offrire insieme ai prodotti da forno i würstel bolliti. Due anni dopo le salsicce iniziarono a essere cotte sulla brace, diventando lo spuntino preferito dei visitatori del mercato. Sono sette gli stand al mercato che offrono questa tradizione culinaria e sappiate che, ordinandola, dovrete scegliere se la volete con o senza cipolla. Già nel 1951, infatti, Josef Föhrenbach arrostiva le cipolle insieme alla salsiccia per arricchirne l’aroma.

Una birra ghiacciata

A Friburgo l’arte della produzione della birra non ha avuto un inizio semplice. Intorno al 1780 gli abitanti di Friburgo non vedevano di buon occhio l’introduzione della birra: il vino locale piaceva a tutti così tanto che nono ci sarebbe stato posto per la birra. Ma con il tempo, a partire dal XVIII secolo, sono stati fondati tre birrifici a conduzione familiare che hanno svolto un importate ruolo nella storia della birra di Friburgo: l’ex birrificio Löwen, il birrificio Ganter e il birrificio Feierling. Attualmente di birrifici artigianali ce ne sono otto e per una birra particolarmente speziata dovete visitare il Braukollektiv Freiburg, che ha fondatori provenienti da tre diversi continenti.

Infowww.germany.travel

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Articoli
Correlati

SEI PRONTO AD ANDARE OLTRE?

Abbonati a TravelglobeOLTRE e accedi ai nostri contenuti speciali: contest fotografici, monografie, interviste e approfondimenti.