Cerca
Close this search box.

Fiori e piante di Febbraio: ecco la classifica definitiva

Il mese di Febbraio, malgrado il clima ancora troppo freddo e le giornate di sole decisamente irrisorie, si classifica comunque come uno tra i mesi ideali per la preparazione del terreno e per la sua semina. Già a metà mese è addirittura possibile piantare degli alberi, degli arbusti, dei prodotti dell’orto, così come delle piante aromatiche e svariate piante da fiore, tutte piuttosto belle.

Inoltre possiamo aggiungere che in questo mese, per quanto possa sembrare strano, si assiste alla fioritura di moltissime piante, che vivacizzano i colori delle giornate più grigie, riuscendo anche a decorare i giardini e i balconi. Una cosa indispensabile a cui prestare attenzione, però, è quello che riguarda le gelate, che possono rovinare le piante anche prima che queste germoglino.

Per difendere l’orto dal gelo e i semenzai dalle più fredde e terribili temperature, si possono utilizzare degli appositi teli di protezione e per questo risulta consigliabile realizzare nel proprio giardino un vivaio riscaldato dal sole che abbia una protezione per i semi.

Ma andando dritti al centro dell’articolo, occupiamoci di elencare gli ortaggi che si possono piantare nel mese di febbraio e si tratta di: aglio, piselli, cipolle, cavolo cappuccio, cavolfiori, zucchine, carote, carciofi, fagioli, rucola, pomodori, peperoni, melanzane, spinaci, lattuga, valeriana, porri, barbabietole.

Quali sono i fiori e le piante del mese di Febbraio? Leggi qui

Nel mese di febbraio, per seminare all’interno di un ambiente riparato è consigliabile usare un semenzaio riscaldato. Le piante, infatti, una volta che si sono sviluppate, potranno essere interrate o comunque collocate all’interno di vasi più capienti. In questo periodo dell’anno conviene anche piantare delle piante annuali o perenni, che possono dare una nota di colore e di bellezza ad esterni e interni.

Per quel che riguarda i fiori sarebbe invece possibile optare per delle piante particolari quali la primula, la dalia, la bellissima bocca di Leone, ma anche il garofano, la petunia, la zinnia, la verbena, la salvia, la viola e il Nasturzio. Analizzando alcune tipologie di queste piante occupiamoci della bellissima primula il cui nome si riferisce alla rapida fioritura della pianta al termine dell’inverno.

Questa pianta presenta dei fiori gialli ad ombrello e le sue foglie si utilizzano in cucina anche per preparar delle gustose frittate e insalate; oltre a questo, però, sappiamo che l’infuso di primula è perfettamente in grado di curare il catarro, le faringiti e le gengiviti e ha anche delle ottime proprietà diuretiche e antinfiammatorie.

POTREBBE INTERESSARTI